Ligabue in concerto a Reggio Emilia presenta il nuovo album Start

Inserire immagine

Luciano Ligabue presenta Start, il suo nuovo album, con un concerto evento a Reggio Emilia . L'appuntamento per i circa 200 fortunati invitati è all'Italghisa. Esegue tutto Start e poi  cinque dei suoi brani più celebri. La recensione della serata

(@BassoFabrizio
Inviato a Reggio Emilia)


Il viaggio è solo all'inizio ma è se questo è il primo assaggio sarà un viaggio molto rock e molto intenso. Luciano Ligabue presenta Start, il suo nuovo disco, in un tardo pomeriggio domenicale nella periferia di Reggio Emilia, in quell'incrocio padano di certe notti. Duecento invitati, uno più uno meno, e tanta segretezza per evitare che i fan arrivassero in questo posto che si chiama Italghisa, che ha un passato industriale e un presente da discoteca, e dove, come ha ricordato il Liga, era già passato nel 1992. Il posto è stipato, fa caldo, ma non si sente. Dall'alto, da dove seguo il concerto, sembra di vedere un formicaio frenetico. Già un'ora prima del live, organizzato da Spotify, il termometro segna temperature alte, interiori e climatiche. Diciamo che il biglietto da visita è straordinario: Start entra al primo posto delle classifiche sia tra i cd che tra i vinili, il secondo singolo Certe Donne Brillano è il brano più trasmesso in radio nella settimana, si avvicina il 14 giugno quando da Bari partirà lo Start Tour 2019.

Sono le 19 in punto quando le luci si spengono e la musica si accende. Arriva la band, Luciano chiude la fila e senza una parola attacca con Polvere di Stelle. E una serata di poche parole, qualche ricordo, qualche riflessione, la conferma che è bella la vita in buona compagnia "e io ce l'ho", assicura il Liga. Esattamente dietro di me, in piedi su un gradino, ci sono i suoi amici di Correggio, quelli di sempre, quelli dei venerdì sera in una cascina della campagna reggiana e che sono i protagonisti di Ancora Noi, secondo brano della serata. Lui scherza, assicura di vedere chi canta le sue nuove canzoni e chi muove solo le labbra. Cerca qualche testa con i capelli bianchi o senza capelli...e sono quelli che erano all'Italghisa nel 1992 quando il LigaDream era agli albori. Il concerto prosegue con Luci d'America (il primo singolo) e poi c'è la seduta psicanalitica davanti allo specchio che si intitola Quello che mi fa la guerra. Ecco Mai dire Mai, Certe donne Brillano, Vita Morte e Miracoli, La cattiva Compagnia, In Questo Mondo e Il tempo davanti. Sarebbe il momento di abbandonare il palco e poi riapparire richiamati dall'applauso dei fan, ma Luciano cambia il sistema: "Ne abbiamo preparate altre cinque, non facciamo la pantomima di uscire e rientrare, ve le cantiamo subito". Si comincia con Questa è la mia Vita e subito dopo Quella che non sei "che è la canzone della svolta", dice Ligabue tra commozione e orgoglio. Si scivola verso il finale, che prevede anche la presentazione della band, con Una Vita da mediano, Balliamo sul Mondo e Tra palco e realtà. Che poi è lì che stiamo noi. In quella dimensione magica, un po' sospesa che respira nella Ligaland.