Canzoni di Natale, le più famose della tradizione

Canzoni di Natale, le più famose della tradizione

Lo spirito del Natale parte dalla buona musica: ecco 8 canzoni della tradizione natalizia, con un po’ di storia

Non esistono altre canzoni che riescono ad emozionare come quelle natalizie, brani che ogni anno radunano la famiglia attorno al fuoco del camino e fanno sorridere.

Ecco 8 delle canzoni di Natale della tradizione che non dovrebbero mancare a casa nei giorni più magici dell’anno:

  1. Jingle Bells
  2. Silent Night
  3. White Christmas
  4. The Christmas Song
  5. Baby it’s Cold outside
  6. I’ll be Home for Christmas
  7. Have Yourself a Merry Little Christmas
  8. Let it Snow! Let it Snow! Let it Snow!

Jingle Bells (1857)

Si tratta forse di una delle canzoni più popolari dell’intera produzione americana di tutti i tempi: chiunque sa canticchiare “Jingle Bells”. Scritta da James Lord Pierpont e pubblicata con il titolo di “One Horse Open Sleigh” per la prima volta nel 1857, la storia di questo brano si confonde ormai nella tradizione in cui è immersa. Molti storici sono ancora alla ricerca della vera origine del brano che, inizialmente, era inteso per il periodo del Ringraziamento. "Jingle Bells" ha cominciato ad assumere il suo profondo senso natalizio a partire dall’anno di pubblicazione, quando è stata eseguita dal vivo sulla Washington Steet di Boston.

Silent Night (1818)

Il titolo è una traduzione dall’originale in tedesco: “Stille Nacht, heilige Nacht”, brano composto nel 1818 da Franz Xaver Gruber a Oberndorf bei Salzburg, in Austria. La canzone è così bella e così antica che, nel 2011, è diventata patrimonio immateriale dell’umanità secondo l’UNESCO. Dalla prima versione sono state riarrangiate poi moltissime cover, in tante lingue differenti. Una delle più famose è certamente quella di Bill Crosby, che è anche il terzo singolo più venduto di tutti i tempi.

White Christmas (1942)

Canzone del 1942 di Irving Berlin, divenuta ultra-famosa per la sua versione interpretata da Bing Crosby. Si tratta del singolo più venduto di tutti i tempi, con oltre 50 milioni di copie. Le origini della canzone sono immerse nel folclore: si dice che Berlin abbia scritto la canzone mentre si trovava in un hotel della California – o all’Arizona Biltmore. A un certo punto Irving ha intimato alla sua segretaria di prendere la penna: «Prendi la penna e scrivi questa canzone. Ho appena concepito la canzone più bella che abbia mai scritto. No, anzi, la canzone più bella mai scritta in assoluto!»

The Christmas Song (1945)

Conosciuta inizialmente con il titolo di “Chestnut Roasting on an Open Fire”, “The Christmas Song” è stata scritta nel 1945 da Bob Wells e Mel Tormé. Contro a tutte le aspettative, Tormé ha dichiarato che il pezzo è stato scritto nel bel mezzo di un’estate rovente. Il suo è stato un tentativo di “stare fresco facendo pensieri freschi”, come le carole di Natale e le caldarroste sul fuoco in mezzo alla neve. Ci sono voluti 40 minuti di full immersion in questo ambiente “freddissimo” per produrre una delle canzoni di Natale della tradizione più belle di sempre.

Baby it’s Cold Outside (1944)

Il testo di “Baby it’s Cold Outside” non fa menzione alle festività, ma è convenzionalmente associato al Natale. Nato nel 1944 dalla penna di Frank Loesser, il brano è poi stato insignito di un Academy Award (“Miglior canzone originale”) dopo aver debuttato nel film “La figlia di Nettuno”.

I’ll be Home for Christmas (1943)

Questa canzone di Natale è stata scritta da Kim Gannon e Walter Kent, per poi essere incisa la prima volta nel 1943 da Bing Cosby. La canzone nasce in America ed era pensata come una dedica ai soldati che, durante la Seconda Guerra Mondiale, si trovavano oltreoceano a combattere l’Asse. Il brano si chiude con una nota di malinconia: “Sarò a casa per Natale, anche solo nei miei sogni”.

Have Yourself a Merry Little Christmas (1944)

Il brano è stato scritto nel 1944 da Hugh Martin e Ralph Blane, ma è stato pubblicato solo qualche anno più tardi grazie alla celestiale interpretazione di Judy Garland. La canzone è entrata nei grandi classici del periodo Natalizio ed è forse una delle più amate oltreoceano.

Let it Snow! Let it Snow! Let it Snow! (1945)

Conosciuta anche solo come “Let it Snow”, questa canzone è stata incisa da Sammy Cahn e Jule Styne nel 1945. È stata scritta ad Hollywood, in California, nel corso di un’ondata anomala di calore estivo. Proprio come “The Christmas Song”, questa canzone è nata come un modo per sfuggire, almeno con la mente, al caldo insopportabile. Il brano è stato registrato la prima volta da Vaughn Monroe, e in seguito da Carly Simon e Rod Stewart.