Muse, il concerto alla Royal Albert Hall di Londra per beneficenza

Muse
@Getty Images

Alla Royal Albert Hall di Londra è andato in scena un concerto di beneficenza, protagonisti i Muse

Un concerto di beneficenza alla Royal Albert Hall di Londra, durante il quale sono stati eseguiti per la prima volta i brani del loro nuovo album, “Simulation Theory”. Protagonisti della serata, ovviamente, sono stati i Muse, che hanno “scaldato i muscoli” in vista dei prossimi impegni live (mondiali) con un concerto il cui ricavato – più di un milione e mezzo di sterline – sarà interamente devoluto al Prince’s Trust.

Il concerto dei Muse alla Royal Albert Hall

Durante lo show, i Muse hanno eseguito 15 brani, a cui si è aggiunto un medley metal dalla durata di ben un quarto d’ora. A fare la parte del leone, come prevedibile, sono state le tracce del recente “Simulation Theory”, ma non sono mancate le canzoni che appartengono alla discografia storica della band: da “Psyco” a “Time Is Running Out”, passando per “Starlight”. E poi “Showbiz”, un’autentica chicca: title – track del disco di debutto della band, datato 1999. A dare il via allo show, “Algorithm”, che proprio in “Simulation Theory” rappresenta la traccia di apertura dell’intero disco.

La scaletta del concerto andato in scena alla Royal Albert Hall:

  1. Algorithm (Live Debut)
  2. Psycho
  3. Showbiz
  4. Break It to Me (Live Debut)
  5. The Dark Side
  6. Uprising
  7. The 2nd Law: Unsustainable
  8. Pressure
  9. Plug In Baby
  10. Supermassive Black Hole
  11. The 2nd Law: Isolated System
  12. Thought Contagion
  13. Time Is Running Out
  14. Medley : “Fifteen minutes of metal” (Stockholm Syndrome, Assassin, Reapers, The Handler, Dead Star, Micro Cuts, New Born, Ashamed)
  15. Starlight
  16. Knights of Cydonia

La serata è stata anche l’occasione per celebrare il compleanno di Chris Wolstenholme, che proprio quel giorno festeggiava 40 anni.

“Simulation Theory”: l’ultimo album dei Muse

Simulation Theory” è l’ultimo album dei Muse, l’ottavo della loro carriera, pubblicato il 9 novembre su etichetta Warner Bros. Records. Il disco si compone di 11 tracce (più cinque nuove versioni nell’edizione deluxe), compreso un duetto con Timothy Mosley in “Propaganda” e un altro con Shellback sulle note di “Get Up and Fight”. L’album è stato anticipato da tre singoli: il primo, “Something Human”, uscito il 19 luglio 2018; quindi “The Dark Side”, pubblicato il 30 agosto; infine, “Pressure”, del 27 settembre.

La tracklist di “Simulation Theory”:

  1. Algorithm
  2. The Dark Side
  3. Pressure
  4. Propaganda (feat. Timothy Mosley)
  5. Break It to Me
  6. Something Human
  7. Thought Contagion
  8. Get Up and Fight (feat. Shellback)
  9. Blockades
  10. Dig Down
  11. The Void

Le date italiane del tour mondiale dei Muse

La band presenterà le canzoni del nuovo album in un lungo tour mondiale, che farà tappa anche in Italia per tre date: venerdì 12 e sabato 13 luglio 2019 allo stadio San Siro di Milano e sabato 20 luglio 2019 allo stadio Olimpico di Roma. I biglietti per i tre show sono già disponibili sul sito di TicketOne e in tutti i punti vendita autorizzati. Oltre ai tagliandi normali, è possibile acquistare il “Vip Package”, che comprende una serie di servizi esclusivi, che si aggiungono al biglietto “normale” per lo spettacolo.
I Muse torneranno in Italia a tre anni di distanza dal “Drones World Tour” del 2016.