Tutto sul concerto dei Nomadi a Modena

Nomadi lineup 2018

I Nomadi saranno in concerto al “Modena 29 settembre” il prossimo sabato a partire dalle ore 21

I Nomadi saranno i protagonisti del grande concerto “Modena 29 settembre” con il live “Per tutta la vita” che celebra i 55 anni di carriera della band più longeva d’Italia. L’evento si terrà sabato 29 settembre a partire dalle ore 21 in piazza Roma a Modena. L’ingresso allo spettacolo è gratuito e saranno previsti un migliaio di posti a sedere e circa 4mila in piedi. In caso di maltempo, il concerto sarà spostato al PalaPanini in via dello Sport.

55 anni di canzoni indimenticabili

Il 2018 è l’anno in cui i Nomadi festeggiano i cinquantacinque anni di carriera, che vanno dal lontano 1963 fino ad oggi. Il gruppo può essere definito la band italiana più longeva di sempre, che ha saputo mantenere costante l’affetto del proprio pubblico composto da tante generazioni di italiani. Nessuno dei brani dei Nomadi ha infatti perso quella capacità di regalare emozioni e sensazioni, neanche quelle degli esordi. Per celebrare questi anni di lavoro e successi, il gruppo musicale ha pubblicato a fine giungo il nuovo album “Nomadi 55 - per tutta la vita”, che contiene le canzoni più famose della band reinterpretate da Yuri Cilloni. L’album è disponibile sia in doppio CD che in triplo vinile. Oggi i Nomadi sono composti da Beppe Carletti (dal 1963, tastiera, fisarmonica e coro), Cico Falzone (dal 1990, chitarra e cori) Daniele Campani (dal 1990, batteria), Massimo Vecchi (dal 1998, basso e voce), Sergio Reggioli (dal 1998, violino e voce) e Yuri Cilloni (dal 2017, voce).

Il “Modena 29 settembre” per ricordare la “capitale del beat”

Per i Nomadi il “Modena 29 settembre” è una tappa significativa del loro tour. La manifestazione, infatti, vuole celebrare i valori della libertà, della creatività e del cambiamento che sono alla base sia delle canzoni dei Nomadi sia della rivoluzione musicale del “beat italiano”, nata proprio nella citta emiliana negli anni ‘60. In quel laboratorio di note, parole e novità passarono anche i Nomadi guidati allora da Beppe Carletti e Augusto Daolio. “Modena 29 settembre” è una manifestazione nata nel 2009 per rendere omaggio alla città di Modena che fu, appunto, la “capitale del beat” in Italia. L’evento è l’occasione per raccontare il vivo e felice rapporto di questa città con la musica, un legame nato da un’ondata di novità che ha poi influenzato non solo la produzione musicale, ma anche l’intera società. Sabato sera Modena tornerà a far festa con “vitalità e socialità”, nella bellissima piazza del centro, dove sarà possibile ritrovarsi con i Nomadi e rivivere un pezzo di storia emiliana, modenese e della musica italiana.

I Nomadi, una storia costellata di successi

Se i Rolling Stones sono la band più longeva al mondo, dopo di loro ci sono sicuramente i Nomadi, con 55 anni di carriera alle spalle, 90 concerti l’anno in tutta Italia e un pubblico sempre partecipe, fatto di bambini, giovani, adulti e anziani. Il gruppo musicale nasce nel 1963, quando Beppe Carletti e Augusto Daolio decidono di unirsi per formare una band. Nel 1966 i Nomadi iniziano una collaborazione con un artista ancora sconosciuto, Francesco Guccini, dal cui sodalizio nasceranno canzoni indimenticabili e amate ancora oggi. Da questo momento inizia una veloce scalata verso il successo che non si fermerà più.