Scapigliati, il video esclusivo di "Figlio di"

Si chiama Figlio di il video di Scapigliati che vi proponiamo in esclusiva, una storia di ordinaria quotidianità, una storia dei rapporti non solo tra genitori e figli ma tra genitori e le famiglie dei figli. IL VIDEO ESCLUSIVO

Figlio di...ci siamo lasciati e il figlio di... sono io.

Un testo che guarda intorno a ciò che succede dopo la conclusione di una storia che tiene a galla i rimasugli di una convivenza finita male. Scapigliati lo dice: nelle canzoni mi piace parlare del mio carattere, così nascono frasi come “insieme si sta bene, da soli si sta meglio” , “tuo padre pensa ancora che sia un figlio di...”, forse le più rappresentative del testo. Perché un genitore non dovrebbe mai entrare in merito alla vita di coppia di un figlio, fa solo male!

Con “i panni in lavatrice adesso vengono” l'autore ironizza sulla scarsa attitudine di non saper prendersi cura delle cose... e che lei in fondo non è così perfetta come credono i genitori. Musicalmente il singolo è un brano dal riff penetrante che dà spazio a strofe dal sound elettronico per poi aprire un inciso su una base corale. Pensato e scritto già da qualche anno, è stato tenuto nel cassetto per un po’, fino prendere vita dopo essere stato suonato chitarra e voce in diverse occasioni live, come durante le dirette di Instagram. Non manca l’atmosfera, capace di portarci nel brano con i vari dettagli: il salame, il frigorifero, le foto e molto altro.

Un brano vivace e squillante rappresentato inoltre da un video che porta la regia di Riccardo Righini e il montaggio di Vincenzo Mario Cristi, che sottolinea l’ironia e, soprattutto, l’aspetto libertino del cantautore. Lui, un barbone in città: non rimane che guardare e iniziare a saltare!