Carmen Consoli & Friends: la notte di Catania si fa magica

Inserire immagine
Carmen Consoli sul palco con Elisa

Carmen Consoli fa di Catania , per una notte, la capitale del Rock. Con lei tanti ospiti, tra cui Daniele Silvestri, Max Gazzè, Elisa e Bandabardò . Il pensiero di Carmen Consoli & Friends è per la onlus Namasté . Il racconto della serata

(@BassoFabrizio)

Sembra una processione. Un processione rock, di quelle che negli anni hanno creato miti come Woodstock o Glastonbury. Questa volta a creare la leggenda non è un luogo ma un nome. Lei si chiama Carmen Consoli e ha scelto la sua Catania per una serata che resterà nella storia non solo della Sicilia ma della musica italiana. Carmen Consoli & Friends, sabato 1, ha messo Catania al centro del mondo. La processione si allunga per 500 metri lungo via Etnea, il palco, quello che ospiterà il miracolo sonoro, è in Piazza Duomo. Sono le 19 quando aprono l’accesso alla Piazza, bellissima, improvvisamente gremita di gente. Il palco porge le spalle a Palazzo Dei Chierici. L'attesa è lunga, ma sono due ore e mezza accompagnate dal caldo e da uno spazio vitale che si riduce sempre più. In quel tempo, lo schermo rimanda immagini della Piazza, zoomando un bacio fra 2 innamorati e un selfie tra amiche. La curiosità per questi squarci di intimità rende l’attesa più dolce. Improvvisamente il palco si veste di blu notte ed entra il Coro Musica Insieme di Librino, che culla il pubblico con una canzone siciliana.


SCENDONO LE TENEBRE, ARRIVA CARMEN CONSOLI

Eccola Carmen con un abito nero lungo con una leggera fantasia floreale. Si muove con sicurezza, come se passeggiasse nel salotto di casa: portamento e fascino sono con lei poi prende la chitarra e inizia Amore di plastica. Saluta il pubblico a fine canzone e ricorda il padre, a cui lei era molto legata, dicendo che sarebbe stato molto orgoglioso della sua Città. E, in effetti, Catania quella sera ha dimostrato di avere un gran cuore. Canta Mandaci una cartolina e quella cartolina ognuno di noi la spedisce a chi non c’è più, ma che da lassù è in connessione col nostro cuore. Lì capisci che è iniziato il viaggio tra i grandi successi. Prosegue con Parole di Burro, In bianco e nero. Sulle prime note di A modo tuo, capisci che sta per apparire Elisa: duettano e poi Carmen le cede il palco per Eppure Sentire. Che voce straordinaria!



CARMEN E I SUOI OSPITI


Una chitarra elettrica in a solo introduce l'ingresso di Bandabardò, cantano Manifesto e 20 Bottiglie di Vino. È festa, la piazza si colora di rosso. Appare un altro siciliano, Mario Venuti, che canta Ballare. Pochi gire di lancette d'orologio e Carmen Consoli lo raggiunge e 20 anni dopo l'uscita cantano, di nuovo insieme, Mai come ieri. È il momento di una delle canzoni più amate, la Cantantessa sussurra Blunotte. È una serata di solidarietà e quando chiedi aiuto che fai? Chiami gli amici. È il turno di un’altra amica e un altro ricordo: Marina Rei e Sanremo. Condividono Come un angelo e poi le "presta" il suo pubblico per Io sono qui. Torna la padrona di casa e chiama il suo amico più Testardo: Daniele Silvestri. Con Salirò coinvolge tutti. È di nuovo il momento dei bambini, entra l'Interscolastico Vincenzo Bellini. Dopo una canzone dolcissima, quasi una ninna nanna, ecco Max Gazzè con Sotto Casa.


IL MOMENTO DEI DUETTI E DI NAMASTE'

È il momento del duetto fra Consoli e Gazzè, scelgono Vento d'estate. Altro artista, altro grande successo: Samuele Bersani con Giudizi Universali. Il momento più magico arriva con L’ultimo bacio a quattro voci, con Bersani, Gazzè e Silvestri. La magia ancora non svanisce, ma si rafforza con Luce con Elisa. Seguono Freak con Bersani e Gazzè, Marina Rei e Carmen Consoli con I miei complimenti. E' una gran festa e il ritmo cresce ancora con Se mi rilasso collasso di Bandabardò. E' anche il momento di ricordare Namastè, onlus che accoglie chi una famiglia non ce l’ha, perché non è stata abbastanza forte da accettare il dolore e la complicazione di chi fa fatica a muoversi e a esprimersi. Le necessità sono tante, ma quella che non deve mai mancare a nessuno su questa misera terra è una casa e una famiglia. Si dice che “gli amici sono il modo di Dio per chiederti scusa dei parenti”, beh stavolta la famiglia di Namastè ha avuto il regalo più grande da un’amica, che ha ancora una volta dimostrato di avere una sensibilità particolare. Scorrono le immagini di lei con questi ragazzi. Si ritorna alla musica: Gazzè con La vita com’è e a seguire con Silvestri e Bandabardò cantano Cohiba. Siamo ai saluti, Carmen Consoli canta le prime due strofe di A finestra, si stoppa, la musica si fa sottofondo a un testo originale di Emma Dante, che ci regala un alto momento di riflessione. L’ultima strofa della canzone è stata interpretata a spezzoni da tutti gli artisti della serata, che ci hanno salutato così!


SCALETTA DI CARMEN CONSOLI 6 FRIENDS


Coro di librino, canzone siciliana
Consoli: Amore di plastica, Mandaci una cartolina, parole di burro, In bianco e nero.
Consoli, Elisa: A modo tuo
Elisa: Eppure Sentire
Bandabardò: Manifesto e 20 bottiglie di vino
Mario Venuti: ballare
Venuti, Consoli: come ieri
Consoli: blu notte
Marina Rei, Carmen Consoli: Come un angelo
Marina Rei: io sono qui
Carmen, Daniele Silvestri: Testardo
Silvestri: Salirò
Coro dei bimbi del Bellini
Gazzè: sotto casa
Gazzè, Consoli: Vento d'estate
Samuele Bersani: giudizio universale
Bersani Gazzè Silvestri Consoli: l’ultimo bacio
Elisa: Luce
Bersani Gazzè: Freak
Marina Rei e Carmen Consoli: i miei complimenti
Bandabardò: Se mi rilasso collasso
Gazzè: la vita com.è
Silvestri Bandabardò Gazzè: cohiba
Carmen Consoli & Friends: A finestra