Skyscraper: la recensione del film con Dwayne Johnson

L'ex campione di Wrestling The Rock è protagonista di  Skyscraper , un vertiginoso action movie (che arriva al cinema dal 19 luglio) ambientato tra i piani del grattacielo più alto del mondo. Guarda il trailer e le clip del film.

 

"Non c’è niente di più poetico e terribile della battaglia dei grattacieli contro i cieli che li sovrastano." Così scriveva il poeta spagnolo Federico Garcia Lorca. Sicché, consapevole dell'impatto emotivo, della scintillante verticalità, della tensione verso il divino insiti in questi simboli della modernità, in questi torreggianti edifici, Skyscraper è un action movie che ridefinisce il concetto di "grattare" il cielo.

Il protagonista del film, infatti, è Pearl, il grattacielo più alto al mondo. 225 piani, per un’altezza che supera il chilometro, che svettano a Kowloon, quartiere situato nella parte settentrionale di Hong Kong, lungo il Victoria Harbour. Un'oasi di prosperità e tecnologia all'avanguardia.

Largo abbastanza da contenere quasi tre Empire State Building, ha al suo interno ancora 50 piani da vendere e rappresenta un capolavoro in termini di ingegneria e architettura. La sua forma sinuosa raggiunge l’eccellenza sulla vetta, dove è supportata un’enorme e luminosa sfera, che spiega in parte il suo nome. Ispirata da un’antica favola cinese, The Dragon Pearl, questa meravigliosa realizzazione architettonica promette a tutti i suoi ospiti prosperità e sicurezza.

Arricchita da un hotel a cinque stelle, da tre palestre attrezzate, da due multisala, una pista automobilistica, una sala concerti, un centro commerciale di sei piani, un ristorante con tre stelle Michelin, il Jade Park, e più di 100 piani di appartamenti di lusso, il Pearl è una città autosufficiente. Frutto del genio dello sviluppatore cinese Zhao Long Ji, è il primo edificio di queste dimensioni ad avere un impatto ambientale positivo, grazie alla tecnologia solare ed eolica che permette ottimi risultati in termini di sostenibilità, addirittura con un proprio orto.  E come se non bastasse nell'edificio c'è spazio per un grande parco, un paradiso di 30 piani composto da piante ornamentali e cascate d'acqua.

Ma si sa: è dai tempi di L'inferno di Cristallo che il cinema si diletta a trasformare i grattacieli in pericoli mortali, in prigioni di vetro e cemento da cui è impossibile evadere. Come diceva Winston Churchill: "Prima siamo noi a dare forma agli edifici, poi sono questi a dare forma a noi. "

Per fortuna in Skyscraper c'è un altro titano, questa volta umano, a  fronteggiare la trappola di cristallo, ovvero il roccioso Dwayne Johnson. Alto quasi 2 metro per 118 chili di peso, The Rock con i suoi muscoli, i suoi tatuaggi samoani è il gigante buono, l'Ercole gentile, l'eroe mitico, il padre che tutti vorremmo avere. E nell'interpretare un personaggio come Will Sawyer, che ha perduto la gamba sinistra durante un'operazione di recupero ostaggi, Johnson risulta un perfetto samurai che ha deposto la spada, ma che è pronto a riestrarla dal fodero per proteggere i propri cari. Per prepararsi al ruolo The Rock si è ispirato all'atleta paraolimpico Jeff Glasbrenner.

In Skyscraer, Dwayne in fondo è una sorta di versione muscolare dell'Harrison Ford di Il Fuggitivo: un uomo normale e vulnerabile catapultato in una situazione estrema e folle che lo costringe a superare i suoi limiti. D’altronde non c'è niente che non si possa risolvere con del nastro adesivo. E in effetti lo scotch da imballaggio ha una funzione taumaturgica. Al fianco di Dwayne Johnson troviamo Neve Campbell, madre esemplare, chirurgo eccezionale, moglie adorabile, ma che al momento opportuno non lesina sganassoni. Come in ogni film d'azione che si rispetti non potevano mancare i cattivi. In Skyscraper abbiamo Roland Møller (Land of Mine – Sotto La Sabbia) nei panni del mercenario sudafricano Kores Botha, affiancato da Ben (Pablo Schreiber, il leprecauno della serie American Gods) e dalla silente e letale Xia (Hannah Quinlivan).

Insomma Skyscraper non è certo il film che cambiera la storia del cinema action. Tuttavia è un vertiginoso Blockbuster adenilico per famiglie che si concede pure una citare la scena final di La signore di Shanghai. E poi non si può fare a meno di parteggiare per The Rock, qualsiasi cosa l''ex wrestler faccia.

La Trama di Skyscraper

Will Sawyer, in passato agente FBI a guida della divisione recupero ostaggi e veterano di guerra, ora si occupa di sicurezza per grattacieli. Inviato in Cina, si trova a dover gestire l’edificio più alto e sicuro al mondo, il Pearl, messo a fuoco e fiamme in una situazione che sembra fatta apposta per incastrarlo. Messosi in fuga, Will deve trovare i responsabili, recuperare la propria credibilità e in qualche modo salvare la propria famiglia intrappolata nel palazzo in fiamme.

 

SKYSCRAPER: LE CLIP DEL FILM

Video