Enrica Guidi: “La Tizi” alla guida di Cinepop

Inserire immagine
L'attrice Enrica Guidi nello studio di Cinepop

Dopo Christiane Filangieri tocca ad Enrica Guidi condurre Cinepop. A partire da lunedì 28 maggio, l’attrice toscana ci porterà alla scoperta dell’affascinante mondo del cinema e di tutti i suoi segreti. LEGGI L’INTERVISTA

Guarda la gallery

Sapersi divertire anche se sai che il tuo impegno non sarà facile. Sembra questo il messaggio implicito che, tra le righe, Enrica Guidi, la nuova conduttrice di Cinepop (il suo esordio sarà lunedì 28 maggio alle 21.00 su Sky Cinema), sembra lanciarci nell’intervista che ci ha gentilmente concesso.

Ci accoglie con un gran sorriso che subito ti ammalia circondato dai suoi capelli lunghi e mossi e soprattutto dalla sua voce con quell’ inconfondibile accento toscano. Poteva essere un'insegnante di educazione fisica e invece è diventata una delle attrici più interessanti del nuovo cinema italiano e della nostra tv.

L’avevamo lasciata ai fornelli della seconda edizione di Celebrity MasterChef, il talent show culinario di Sky Uno andato in onda lo scorso marzo. Per l’immaginario televisivo di tutti noi, tuttavia, lei è e rimane “ La Tizi”, ovvero la barista de I Delitti del BarLume, femme fatale capace di far girare la testa a molti, ma nello stesso tempo donna seria e determinata.

Lei arriva alla conduzione di Cinepop dopo Christiane Filangeri, quale sarà il suo stile?
Direi che non ho pensato ad uno stile preciso. Penso che la chiave per riuscire in questa nuova avventura è quella di essere me stessa. Così, molto semplicemente.  

Cos’è per lei Cinepop?
È uno sguardo attento al mondo del cinema e a tutto quello che gli gira attorno. Una finestra da cui entrano le voci e gli odori del mondo, da quello più vicino a noi a quello più lontano. Penso, tuttavia, che l’attenzione al presente e all’attualità possa essere fatta in maniera anche giocosa e divertente. È così che immagino il “mio” Cinepop.

Prendo spunto da una delle rubriche di “Cinepop”. Ci dice 4 cose per fare i fighi?
Essere sempre sé stessi, divertirsi, appassionarsi per qualsiasi cosa si intraprenda, leggere.

Ancora una rubrica di “Cinepop” Le ricette. La migliore ricetta per un film, il suo film?
Ironia, romanticismo, sensibilità e un po’ di sana follia che non guasta mai.

I Delitti del BarLume, Celebrity MasterChef. Adesso Cinepop. Tanta televisione targata Sky. E al cinema c’è un ruolo che vorrebbe interpretare?

Tanti forse troppi. Mi limiterei però a questi: la protagonista di una bella storia d’amore, un action movie stile Lara Croft, un horror. Anche un film ambientato nel mondo della medicina. Mi piacerebbe anche qualcosa legato allo sport, magari le imprese di una grande sportiva.

Cosa le piace fare Enrica, al di fuori del lavoro?
Odio stare ferma, sono una persona dinamica. Continuo a studiare recitazione, frequento corsi, seminari. Soprattutto cerco di stare all’aria aperta, rilassarmi e avere dei rapporti sinceri e diretti con le persone. Insomma è meglio parlarsi e guardarsi negli occhi piuttosto che farlo attraverso un cellulare o attraverso i social.

Sarà ancora protagonista nelle nuove storie de “I delitti del BarLume”. Ci può anticipare qualcosa del personaggio di Tiziana?
Che sarà mamma e non le dico altro.

E che cosa porterà di “La Tizi” a Cinepop?
Sicuramente la grinta e la determinazione.

E’ appassionata di serie tv? Ne sta seguendo qualcuna in particolare?
Il Miracolo. Trovo che questa nuova produzione Sky sia davvero bella, e poi mi piace il cast. La dinamicità dei personaggi mi ha molto colpita.

E i suoi interessi musicali?
La musica di ogni genere mi fa sentire bene. Mi dà la giusta carica ed energia. Mi fa vibrare quel qualcosa di nascosto che abbiamo dentro. Naturalmente il rock è il genere che preferisco.

Un’ultima domanda sul regista di Cinepop, Max Croci.
Mi piace molto la sua sana ironia, e apprezzo tantissimo i suoi film.