A Venezia, una Mostra rosso shocking

Ispirato liberamente alla vita di Moana, Guardami (1999)di Davide Ferrario non ha entusiasmato il Lido
Per prepararsi a recitare i panni di una Pornostar, Elisabetta Cavalotti si esibita al Mi-Sez
The Wrestler ha convinto tutti e ha vinto il Leone d'oro. Il presidente della giuria Wim Wenders avrebbe voluto anche assegnare la coppa volpi al protagonista del film Michey Rourke, ma il regolamento della mostra non lo ha consentitoi
©AP/LAPRESSE
Lussuria- Tradimento e seduzione (2007) ha vinto il Leone d'oro, ma non ha convinto
©Grazia Neri
Presentato a sorpresa, il film cinese Still Life ha vinto un inatteso Leone d'oro, quando tutti davano per favorito Nuovomondo di Crialese
©Grazia Neri
Nel 2004 Nicole Kidman ha presentato in concorso Birth - Io sono Sean. Il film non è piaciuto né ai critici né al pubblico
©AP/LAPRESSE
Presentato a Venezia come evento speciale Lei mi odia (2004) di Spike Lee ha turbato i fan del regista afroamericano. Ma non mancano gli estimatori, grazie anche alla presenza di Monica Bellucci
©Grazia Neri
21 Grammi (2003) ha vinto una coppa Volpi, grazia all'interpretazione di Sean Penn. Ma molti avrebbero voluto che vincesse il Leone d'oro
©Grazia Neri
Magdalene (2002) ha vinto il Leone d'oro, ma irritato i cattolici
©Grazia Neri
Nel 2002 Frida ha inaugurato la Mostra e diviso la critica
©Grazia Neri
Twentynine Palms di Bruno Dumont ha scandalizzato il Lido com i suoi amplessi tra le rocce, ma in molti hanno riso
Y Tu Mama ta bien (2001) di Cuaron, significativo e provocatorio, avrebbe dovuto vincere il Leone d'oro. Si è dovuto accontentare di 3 premi minori
Monsoon Wedding (2001)ha vinto il Leone d'oro, ma non ha entusiasmato
©Grazia Neri
Prima che sia notte (2000) per molti è un opera sopravvalutata. Ma Johnny Depp en travesti è notevole
©AP/LAPRESSE
Il fantasma è stato il film scandalo dellla Mostra del 2000
Una relazione privata in originale si intitola (UNE LIASON PORNOGRAPHIQUE) Ma i distribitori italiani hanno temuto che il pubblico equivocasse
©Grazia Neri
Feeling sexy dell'australian Davida Allen aveva catturato l'attenzione del pubblico del Lido, ma non è mai stato distribuito
Buddy Boy è piaciuto molto al pubblico della mostra, ma in sala non è mai uscito
Appassionate è stato un caso al Festival, ma nelle sale non ha trovato il favore del pubblico
The opposite of Sex con Cristina Ricci ha diverto e scandalizzato con la sua verve politicamente scorreta, ma non tutti hanno apprezzato.
©Grazia Neri
Presentato a Lido come un nuovo Malizia, La seconda moglie non ha infiammato la Mostra, nonostante la Cucinotta
Incontri Proibiti, l'lultimo film di Alberto Sordi non avuto molta fortuna. Valeria Marini non ha molto feeling con il grande schermo
Gattto Bianco, Gatto nero di Kusturica per molti era meritevole del leone d'oro
©Grazia Neri
I Vesuviani è stato accolto molto male dal pubblico e dai giornalisti
Con Hana-Bi, Takeshi Kitano ha vinto uno strameritato Leone d'oro
©Grazia Neri
Gummo è stato il film rivelazione della Mostra nel 1997
Per molti critici assegnare il Leone d'oro a Michael Collins è stato eccessivo
©Grazia Neri
Al Festival Bambola di Bigas Luna si è rivelato un flop
Natural Born Killer ha diviso critica e pubblico
©Grazia Neri
Bad Boy Bubby è stato uno degli esordi più interessanti nelle storia della Mostra, ma il pubblico non lo ha amato
Premiato con il Leone d'oro, Urga ha battuto il favorito Lanterne rosse
©Grazia Neri
Il leone d'oro Rosencrantz e Guildenstern sono morti ha stupito tutti
©Grazia Neri
Il mancato Leone d'oro Good Fellas, per molti è un mistero
©Grazia Neri
Donne sull'orlo di una crisi di nervi è stata una rivelazione, anche se non ha vinto il Leone d'oro
©Grazia Neri
Prenom Carmen è stato fischiato al momento della consegna del Leone d'oro
©Grazia Neri
Querelle de Brest, il film testamento di Fassbinder non ha vinto il Leone d'oro e avuto parecchi guai con la censura italiana
©Grazia Neri
Rocco è i suoi frateli è stato scippato del Leone d'oro nel 1960
©Grazia Neri

Vincitori e vinti, fischiati e contenti, trasgressivi e dimenticati, un viaggio alla scoperta dei film che nel bene e nel male hanno fatto la storia del festival del cinema più antico del mondo