"Questo e Quello "alla Mostra del Cinema di Venezia

Inserire immagine
Francesco Castelnuovo e Gianni Canova alla Mostra del Cinema di Venezia brindano con un analcolico spritz

In trasferta sul ring del lido di Venezia, Francesco Castelnuovo e Gianni Canova, protagonisti della rubrica più pugnace di Cinepop, si sfidano, a colpi di dialettica per raccontarci i loro film preferiti visti alla 75.ma edizione del Festival. Le puntate andranno in onda lunedì 3 e martedì 4 settembre

Lampi sul Lido,  Diluvio in laguna. Ma non è la poggia nel pineto di Gabriele D'Annunzio. Non "odo parole più nuove che parlono gocciole e foglie lontane". Ho, invece, la fortuna di poter assistere alle puntate della rubrica di Cinepop "Questo  e Quello, girate a Venezia, durante il Festival del Cinema. Autorevoli, ironici, briosi, Francesco Castelnuovo e Gianni Canova, due autentici pesi massimi quando si tratta di parlare di cinema. In trasferta, davanti al mare, con in mano uno spritz analcolico, questo e quello si sono sfidati, a colpi di frasi, commenti e battute, per raccontarci alcuni dei film in concorso alla 75,ma edizione della Mostra di Venezia.

Il primo Round (in onda lunedì 3 settembre) vede un battagliero Gianni Canova pronto a esaltare Suspiria, l'omaggio di Luca Guadagnino al capolavoro di Dario Argento. Per il cinemaniaco,  Guadagnino "ha preso la partitura del capolavoro argentiano e l'ha girata con un'altra coreografia." Canova invita il pubblico a riflettere sul fatto che in Suspiria l'unico personaggio maschile sia interpretato da una donna. Ma non ci svela quale sia l'attrice. Castelnuovo va in ripartenza. Francesco prima confessa di non riuscire a guardare i film horror perché lo spaventano e poi parte al contrattacco parlandoci di un altro film in concorso, ovvero Peterloo Se Suspiria è ambientato nell’uggiosa Berlino del 1977, il film di Mike Leigh ci trasporta nella Manchester del 1819. Anche in questo film il terrore si palesa, ma in una forma diversa. La pellicola, infatti, racconta il massacro di Peterlooo, Durante un comizio pacifico convocato per chiedere al parlamento britannico la riforma elettorale, la folla di circa 80.000 persone fu dispersa con la forza dalla cavalleria che provocò undici morti e diverse centinaia di feriti. Francesco evidenzia quanto Peterloo uno straordinario saggio sulla lingua della politica. Attraverso i discorsi e le testimonianze di giudici, magistrati e parlamentari comprendiamo il potere e la forza persuasiva della parola.

Nel secondo round (in onda martedì 4) a fare la prima mossa è Castelnuovo che ci illustra i molti pregi di Double Vies, che in italiano s’intitolerà Non Fiction, il nuovo film di Olivier Assayas. Per Francesco è il film più divertente della mostra di quest'anno. Un'opera che analizza in maniera esilarante l'incrocio tra i rapporti amorosi e la finzione letteraria, un po'come aveva fatto Woody Allen in Manhattan. Nel cast, oltre Guillaume Canet e a Juliette Binoche, Castelnuovo ci segnala uno straripante Vincent Macaigne, già bizzarro cameriere nella commedia C'est la vie!

Canova risponde con Favorita di Yorgos Lanthimos. Anche in questo caso è la recitazione uno dei punti forti, Tant'è che Gianni assegnerebbe la Coppa volpi alle tre protagoniste Olivia Colman, Emma Stone e Rachel Weisz. Francesco dissente e accusa Gianni di essersi incantare dalla bellezza e dal fascino delle tre attrici. Il Cinemaniaco replica invitano il pubblico a  non perdere l'immagine finale del film, una sorta di selfie ante-litteram

Ma per sapere l'esito finale del match, bisogna guardare le due puntate di Cinepop, rispettivamente in onda lunedì 3 e martedì 4 settembre.

 

,