Giffoni 2019, Jacopo Gubitosi: “Si chiude l’era Experience, ora siamo Opportunity

Inserire immagine
Jacopo Gubitosi tra Rovercam e Monster 8k

Si sono spente le luci sul Giffoni Film Festival 2019 . Nel 2020 il festival necessario, come lo definì Francois Truffaut, compirà 50 anni e sarà un’altra rivoluzione. Ci racconta tutto Jacopo Gubitosi , l’uomo del futuro

Giffoni 2019: tutte le interviste e le news

(@BassoFabrizio
Inviato a Giffoni Valle PIana)


Ogni tanto mi domando se è trino. Oppure se, vista l’alta tecnologia che germoglia Giffoni, lo hanno clonato e ne esistono più versioni. Perché Jacopo Gubitosi è ovunque. A piedi, col monopattino, in auto, lo trovi alla masterclass, nel suo ufficio, sul blu carpet, dove ci sono gli ospiti e spesso questi appuntamenti sono distanziati da pochi minuti. Ma lui c’è. Perché sta portando avanti una idea che si chiama Giffoni Film Festival e che ha in suo padre Claudio, l’eterno direttore e fondatore della rassegna, il suo primo fan. E’ tradizione, da tre anni, chiudere il mio racconto su Giffoni con una intervista a lui, ponte di congiunzione tra la contemporaneità e il futuro.

Jacopo facciamo un passo oltre oggi. I prossimi passi del Giffoni Film Festival?
Abbiamo presentato una nuova sezione che si chiama Giffoni Vr Experience. E’ un progetto che ha avuto tre anni di gestazione e abbiamo atteso perché volevamo farlo sviluppare ai ragazzi.
Risultato?
Ottimo: 44 corti otto dei quali selezionati per questa edizione.
Secondo passaggio?
In una parola si chiama innovazione, sono quattro anni di Giffoni Innovation Hub. Lo scorso 23 luglio, poi, alla presenza del vice-presidente Luigi Di Maio abbiamo presentato l’Associazione Giffoni For Kids per finanziare progetti e start-up a supporto di piccole e grandi industrie. Collaboriamo con Barilla, Save The Children, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Telethon.
Un grosso impegno anche economico.
Tutto si basa su economia privata. Entro il 2020 daremo lavoro a cento giovani impegnati su venti start up.
Non si fermano gli investimenti, umani ed economici, in ambito cinematografico.
Abbiamo sistemi speciali di riprese cinematografiche tipo RoverCam, CableCam, Droni. Quando c’è stata l’anteprima di Man in Black una flotta di 110 droni ha illuminato il cielo di Giffoni. Ora stiamo sviluppando un cortometraggio con una telecamera in 8K Red Monster: è la prima volta per Giffoni. 
Il soggetto?
Una storia d’amore ambientata a Giffoni.
Tra un anno Giffoni spegne 50 candeline.
E cambia maglia, un po’ come Clark Kent quando diventa Superman?
La nuova criptonite si chiamerà Giffoni Opportunity. Ti dico solo che in questa azienda lavorano 98 persone e tra maggio e agosto si aggiungono 500 contratti a tempo determinato. Sono opportunità.
Chi vorresti ospite?
Di certo Sophia Loren che pur essendo di Napoli non abbiamo mai ospitato. E poi vorrei Madonna: ci siamo andati molto vicini già una volta ma non si è concretizzato.
Insomma la rivoluzione prosegue sotto ogni punto di vista.
Con i nostri progetti e percorsi formativi Giffoni Experience è trasformazione. Noi non siamo solo i dieci giorni del Festival. Durante tutto l'anno Giffoni produce 547 attività.
Eppure c’è chi dice che l’Italia è un paese apatico.
Abbiamo valori e una forza mondiale. E riconosciuta all’estero.
L’ultima soddisfazione oltre confine?
Ci hanno invitati a Tokyo al Kineko Film Festival: per tutti c’erano 7 minuti noi ne abbiamo avuti 45.
Senti tante responsabilità?
Il nome è pesante per i valori che trasmette.
Il valore aggiunto?
Il passaparola. E’ la nostra forza.
Un’altra è il senso di appartenenza.
Chi viene qui non conosce il programma, viene per il bello di esserci. Noi siamo aggregazione.
La tua forza?
Trovare uno spunto di felicità anche in un giorno storto. E sorridere. Fare stare bene le persone è fondamentale.
Un esempio di fare stare bene?
Inaugureremo una sezione sportiva per chi ha limitazioni motori. Al nostro fianco CSI e Coni. Saranno le Giffoniadi.
Gli spazi?
La Multi Media Valley è operativa in ogni sua funzione, presto avremo una struttura capace di ospitare 15mila persone e un anfiteatro per altri 8mila. Sorgerà un Museo del Cinema con tutti i film presenti sul mercato mondiale in digitale: una cineteca digitale.
Conoscendo l’Italia chissà quando…
Saremo pronti nel 2021.
Giffoni è anche un polo importante per la musica.
Ma oltre a diventare Giffoni Opportunity cambiare anche la musica che accompagna il Festival?
No, mai. Quella resta!
Avrai un bel da fare nei prossimi anni.
Non mi spaventa: anche per è una opportunity. E pensa che fino a qualche anno fa odiavo Giffoni e mai pensavo che ci avrei lavorato!