Il traditore: trama, trailer, cast del film di Marco Bellocchio

"Il traditore" è il nuovo film di Marco Bellocchio con Pierfrancesco Favino e Luigi Lo Cascio. La pellicola racconta la storia di Tommaso Buscetta

Il traditore: il cast del film e i personaggi reali a confronto Il Traditore: la data di uscita del film di Bellocchio in concorso a Cannes 2019

Presentato alla 72esima edizione del Festival di Cannes, “Il traditore”, nuovo film di Marco Bellocchio, esce nelle sale italiane il 23 maggio. La pellicola è dedicata alla controversa figura di Tommaso Buscetta, detto “il boss dei due mondi”, pentito di mafia e collaboratore di giustizia. Nel cast Pierfancesco Favino, Luigi Lo Cascio, Maria Fernanda Candido, Fabrizio Ferracane e Nicola Calì. Un film tragico e psicologico che ha richiesto un lavoro importante soprattutto durante la creazione per ricostruire con dovizia di particolari una storia che in un certo modo ha segnato il nostro Paese. Il film è ambientato inizialmente nei primi anni '80 dove è in corso una vera e propria guerra tra i boss della mafia siciliana per il controllo sul traffico della droga. Tommaso Buscetta fugge per nascondersi in Brasile e da lontano, assiste impotente all’uccisione di due suoi figli e del fratello a Palermo; ora lui potrebbe essere il prossimo. Arrestato ed estradato in Italia dalla polizia brasiliana, Buscetta prende una decisione che cambierà tutto per la mafia: decide di incontrare il giudice Giovanni Falcone e tradire l'eterno voto fatto a Cosa Nostra. Ma l’organizzazione criminale ricorda a Buscetta e all’Italia che la sua sconfitta è ben lontana. Scoppia così la bomba a Capaci e il protagonista alzerà il tiro facendo il nome di Andreotti. Da quel momento sarà costretto a fuggire dall’Italia per sempre.

"Il traditore", l'interpretazione di Favino

A interpretare il boss è Pierfrancesco Favino che ha voluto fortemente la parte come ha raccontato alla stampa: «Sentivo che non era stato proprio convinto dal mio primo provino. Sapevo che non era andato come volevo. E il fatto che non mi telefonasse nessuno era tutto tranne che un buon segno. Ero consapevole che avrei potuto giocarmela meglio e sono ricorso a una mossa a cui non mi ero mai appellato nella vita. Non volevo dirmi “non hai fatto tutto quello che potevi per raggiungere il tuo obiettivo”. Quindi l’ho incontrato e gli ho detto “Marco, vorrei convincerti che posso interpretare questo ruolo”. Mi ha dato un’altra occasione». La pellicola analizza soprattutto il concetto di tradimento e di appartenenza di Buscetta a Cosa Nostra. In una scena del film il protagonista dichiara: «Io sono stato e resto un uomo d'onore. Sono loro che hanno tradito gli ideali di Cosa nostra. Io non mi considero un pentito». 

Il cast de "Il traditore"

Nel cast oltre al già citato Pierfrancesco Favino, c’è anche Luigi Lo Cascio vincitore del David di Donatello per “I cento passi” e del Nastro d’argento 2004 per “La meglio gioventù”. Nel film interpreta Salvatore Contorno, detto Totuccio, un mafioso diventato poi collaboratore di giustizia. L’uomo segue l’esempio di Buscetta e intraprende un percorso di collaborazione con la giustizia. Le sue testimonianze furono cruciali nel maxiprocesso contro la mafia siciliana di Palermo. L’attore Fabrizio Ferracane interpreta Giuseppe Calò, il cassiere di Cosa Nostra, mentre l’attrice brasiliana Maria Fernanda Candido ha il ruolo di Cristina, la moglie di Tommaso Buscetta. Nel film è presente anche la figura di Totò Riina, considerato il capo dell’organizzazione dal 1982 al suo arresto. Il suo personaggio è interpretato da Nicola Calì.