Buon compleanno Mr. Bond. Il programma delle celebrazioni per i 60 anni di 007

Cinema

Manuel Santangelo

Tra qualche mese saranno 60 anni dall’esordio in sala di James Bond che, nel 1962, con "Licenza di uccidere" diventava l’agente segreto per eccellenza nella storia del cinema. Dalle aste di cimeli fino ai concerti per arrivare alle proiezioni speciali, l’anniversario sarà celebrato a dovere con diverse iniziative

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo


Agli inizi degli anni Sessanta i produttori Harry Saltzman e Albert R. Broccoli pensavano di aver trovato l’alter-ego perfetto di James Bond. A interpretare al cinema il personaggio immaginato nei libri da Ian Fleming sarebbe stato infatti nelle loro idee l’affascinante e carismatico Cary Grant. Peccato che presto fu lo stesso Grant a sfilarsi dal progetto: a quasi sessanta anni si sentiva troppo vecchio per il ruolo. Oggi lo 007 cinematografico è sul punto di festeggiare proprio quell’età ma, nonostante il tempo che passa, non sembra sicuramente invecchiato male. Bond è infatti più in forma che mai e, come dimostra il successo dell’ultimo film, rappresenta ancora un’icona ben salda nell’immaginario collettivo. Un simbolo da celebrare come merita con un tripudio di iniziative diverse nei prossimi mesi.

BOND ALL’ASTA

approfondimento

Film a 4 ruote, le 45 automobili più famose viste al cinema

Vorreste anche voi sedervi al volante dell’iconica Aston Martin DB5 argento guidata da Daniel Craig nell’ultima pellicola della serie, No time to die? Ora può essere vostra, a patto che abbiate la disponibilità economica per affrontare una spesa stimata attorno almeno ai due milioni di sterline. Se invece preferite qualcosa di più adatto alle strade sterrate, potete sempre ripiegare sulla Land Rover Defender 007 creata su misura con il logo del 60° anniversario sul quadro o magari fare un pensierino al Q Jet Boat, lo yacht apparso in Il mondo non basta. I veicoli sono infatti il pezzo forte di una delle due aste di beneficenza organizzate da Christie’s ed EON Productions per festeggiare l’anniversario dell’uscita del primo film della saga, Licenza di uccidere. Le aste sono intitolate Sixty Years Of James Bond e daranno “licenza di acquistare” ai danarosi fan 60 oggetti iconici apparsi nei 25 film dedicati fino ad oggi a 007. Nei due appuntamenti, uno online dal 15 settembre al James Bond Day il 5 ottobre e uno dal vivo (ovviamente a Londra) il 28 settembre, sarà possibile portarsi a casa oggetti di scena usati da tutti i grandi attori che hanno indossato lo smoking dell’agente segreto, da Sean Connery Daniel Craig. Proprio l’iconico capo, indossato in Licenza di uccidere e firmato da Timoty Dalton, è un altro pezzo forte dell’iniziativa che comprende addirittura un soggiorno nella villa dove Fleming scrisse tutti i quattordici libri della serie letteraria. Tutto il ricavato andrà a favore di 45 diversi enti di beneficenza tra cui il Prince of Wales's  Charitable Fund che, tra le altre cose, si occupa del sostegno agli agenti (in servizio e non) delle tre agenzie dei servizi segreti britannici.

MI CANTO BOND, JAMES BOND

approfondimento

Oscar 2022, No Time To Die: il testo della miglior canzone vincitrice

Il weekend tra il 30 settembre e il 2 ottobre sarà invece il fine settimana del James Bond At 60 Weekender, una serie di incontri-evento in cui i fan potranno confrontarsi con i produttori della serie e il supervisore degli effetti speciali Chris Corbould. Non potevano poi mancare le proiezioni speciali, con il ritorno al cinema degli ultimi tre film con protagonista Daniel Craig. Anche queste pellicole hanno potuto contare su una colonna sonora iconica, basti pensare a No Time To Die, tema dell’omonimo film cantato da Billie Eilish e premiato con l’Oscar alla miglior canzone. La “voce” delle imprese di James Bond resta però per tanti ancora la britannica Shirley Bassey, autrice di Moonrake in Operazione Spazio e soprattutto di Goldfinger, la title-track della meravigliosa colonna sonora di Missione Goldfinger. Anche la Bassey è stata coinvolta nelle celebrazioni e parteciperà a The Sound Of 007, l’epica serata dedicata alla musica dei film di James Bond alla Royal Albert Hall. A curare l’evento sarà David Arnold, il compositore di cinque delle colonne sonore della filmografia bondiana con la partecipazione straordinaria della Royal Philharmonic Concert Orchestra. I festeggiamenti non sono ancora iniziati ma il programma decisamente “suona” bene.

 

Spettacolo: Per te