Il Commissario Montalbano, il cast del film diretto da Luca Zingaretti

Il cast di “Salvo amato, Livia mia”, episodio de “Il Commissario Montalbano” che arriva per la prima volta al cinema

A 21 anni di distanza dal suo debutto in tv, il commissario Montalbano approda al cinema per una tre giorni davvero speciale. Il 24, 25 e 26 febbraio 2020 sarà possibile guardare in sala e in anteprima assoluta “Salvo amato, Livia mia”, episodio che sancisce il debutto cinematografico del personaggio nato dalla penna di Andrea Camilleri. In un periodo così complicato a causa del Coronavirus che ha portato anche a numerose uscite al cinema annullate, “Il Commissario Montalbano” viene confermato e rilancia. Infatti il produttore Carlo Degli Esposti ha dichiarato che il 50% degli incassi andrà all’ospedale Spallanzani di Roma e il resto alla onlus Ape, l’associazione pazienti ematologici del Sant'Andrea. A dirigere l’episodio visibile al cinema è proprio Luca Zingaretti che dopo la scomparsa di Alberto Sironi ha scelto di occuparsi anche della regia oltre ad interpretare come sempre il ruolo del protagonista. «Dirigere questi episodi di Montalbano è stata per me un’esperienza bella ma altrettanto dolorosa. Ho cercato di mantenere lo spirito che ha guidato tutti noi in questi vent'anni; di mio c'è la melanconica dolcezza», ha dichiarato l’attore romano.

Il cast di “Il Commissario Montalbano”

Così come da tradizione è Luca Zingaretti il protagonista della saga. L’attore presta nuovamente il volto al commissario Montalbano, personaggio che lo ha reso popolare. Apprezzato interprete al cinema e in numerosi lavori teatrali, è tra gli attori italiani più amati di sempre grazie anche alla partecipazione a moltissime produzioni di successo. In merito ai due nuovi episodi ha dichiarato: «Questa stagione è indubbiamente la più dolorosa perché mancano tre colonne portanti della serie e soprattutto tre amici che, sono sicuro, da lassù festeggeranno il ritorno di Montalbano con un calice di vino». Accanto a Zingaretti ci saranno come sempre Cesare Bocci nel ruolo del braccio destro Mimì Augello, Peppino Mazzotta, Angelo Russo e Sonia Bergamasco. Quest’ultima interpreta Livia, la compagna del commissario e al centro dell’episodio “Salvo amato, Livia mia”. Attrice e regista teatrale ha lavorato con Theodoros Terzopoulos, Massimo Castri e Glauco Mauri in teatro, e Silvio Soldini, Giuseppe Bertolucci, Liliana Cavani, Marco Tullio Giordana e Bernardo Bertolucci al cinema.

La trama

Il Commissario Montalbano: Salvo amato, Livia mia” nasce da un lungo processo di rielaborazione e scrittura di due racconti di Andrea Camilleri “Salvo amato… Livia mia” e “Il vecchio ladro”. La regia vede la firma sia di Luca Zingaretti che di Alberto Sironi, scomparso proprio durante le riprese. Il film si apre con il ritrovamento del cadavere di Agata Cosentino, vittima di un omicidio brutale e cara amica di Livia. Quest’ultima torna a Vigàta per stare accanto ai familiari della donna, nel frattempo il commissario Montalbano fa partire le indagini e punta ad una stretta cerchia di persone che conoscevano Agata. Non è convinto della prima ipotesi di violenza sessuale e omicidio, così si dedica al ritrovamento di un indizio che possa aiutarlo ad elaborare uno scenario totalmente inatteso.