Il diritto di opporsi, la trama del film

Dal 30 gennaio è al cinema Il diritto di opporsi, pellicola drammatica, basata su fatti reali, con protagonisti Michael B. Jordan, Jamie Foxx e Brie Larson

Il 30 gennaio 2020 fa il suo esordio nei cinema italiani Il diritto di opporsi. Un potente film drammatico con protagonisti Michael B. Jordan, Jamie Foxx e Brie Larson. Una storia graffiante, un film di denuncia, la cui trama è basata su fatti realmente accaduti. Al centro vi è la testimonianza dell'avvocato Bryan Stevenson, autore del libro Just Mercy e fondatore dell’Equal Justice Initiative.

La trama di Il diritto di opporsi

Figura centrale del film è Bryan Stevenson, interpretato da Michael B. Jordan. Un legale che ha scelto di impegnare la propria vita nella lotta contro le ingiustizie, così che non restino impunite. Laureato ad Harvard, avrebbe dinanzi a sé svariate chance per diventare incredibilmente ricco. Avrebbe potuto prendere parte a studi legali giganteschi, ricchi di clienti particolarmente facoltosi. Decide invece di rinunciare a questo stile di vita, volgendo lo sguardo a chi deve lottare per la propria libertà, vittima di un sistema che spesso non funziona come dovrebbe, soprattutto per determinate categorie di persone.

Si mette dunque in viaggio, fino a raggiungere l’Alabama, dove lavora duramente al fianco di un avvocato del posto, Eva Ansley, interpretata da Brie Larson. Il primo caso che decide di fronteggiare è un omicidio. A perdere la vita è stata una giovanissima ragazza di appena 18 anni. Un solo sospettato per il delitto, Walter McMillian, ovvero Jamie Foxx. Accusato e condannato a morte, senza che venisse dato il giusto peso ai vari elementi che il caso può offrire. La sensazione è che servisse un colpevole in tempi rapidi, il che ha portato a dar credibilità alla testimonianza di un criminale, che ha ottime ragioni per mentire, il quale lo incastra.

In favore di McMillian ci sono però svariate prove. Rischia dunque di veder finiti i propri giorni, probabilmente a causa del colore della sua pelle. Si tratta del caso ideale per Bryan, che avrà dunque modo di lottare per i propri ideali. Dovrà provare a scagionare quest’uomo, lottando contro il sistema e il razzismo dilagante e mal camuffato, quando non palese e ostentato.

Il diritto di opporsi, cosa sapere

Il diritto di opporsi si inserisce di diritto in un filone di pellicole drammatiche, più frequenti oggi ma da tempo esistenti, grazie alle quali esorcizzare razzismo e ingiustizie sociali. Nello specifico si getta lo sguardo sulle forze dell’ordine, come fatto con When They See Us e Tre manifesti a Ebbing, Missouri, per citare due esempi celebri.

Dopo essere tornato sul set di Creed per il secondo capitolo, al cinema nel 2018, Michael B. Jordan si è cimentato nel 2019 con questo nuovo progetto, al fianco di un grande attore come Jamie Foxx. Quest’ultimo premiato per la propria interpretazione con una nomination agli Screen Actors Guild, come miglior attore non protagonista. Il tutto è tratto dal pluripremiato romanzo autobiografico di Bryan Stevenson, con riprese effettuate quasi totalmente nei pressi di Atalanta, in Georgia, con alcune a Montgomery, in Alabama.