Sundance Film Festival, perché si chiama così

Inserire immagine
@Getty Images

Al via la più importante kermesse internazionale di cinema indipendente: il Sundance Film Festival 2020 si tiene dal 23 gennaio al 2 febbraio a Park City, Salt Lake City nello Stato dello Utah. Continua a leggere, scopri più e non perdere la maratona su Sky Cinema Due

Sundance Film Festival 2020, il programma e gli ospiti

Sundance Film Festival: la Maratona di Sky Cinema Due

Come vuole la tradizione, anche quest’anno a fare da cornice al leggendario Festival di cinema indipendente saranno le montagne innevate e immense di un territorio in cui la natura regna sovrana. Dal 23 gennaio al 2 febbraio la regione del grande Lago Salato nello Stato dello Utah, diventa l’ombelico della settima arte. Il programma, come di consueto, è ricchissimo: è dal 1985 che il festival presenta e promuove i nuovi talenti del cinema indipendente. L’edizione di quest’anno propone 112 film di cui 58 in concorso divisi in 4 categorie provenienti da 38 nazioni diverse. Del resto, come il suo ideatore Robert Redford ha sempre voluto sottolineato, “la diversità è frutto dell’indipendenza”. Lontano dai riflettori e dalle regole delle grandi major hollywoodiane, il Sundance Film Festival catalizza su di sé l’attenzione dei media e sono numerosi gli attori e i registi di fama mondiale che tornano volentieri laddove hanno riscosso i loro primi successi, inoltre questa edizione del 2020 segna il debutto alla direzione artistica di John Cooper, già direttore del Festival. In attesa di conoscere i film che animeranno il festival, Sky Cinema Due si prepara al grande evento con una vera e propria maratona, continua a leggere e scopri di più.

Maratona Sundance

Sky Cinema Due, giovedì 23 gennaio dalle 17.45 alla seconda serata. In occasione del Sundance Film Festival 2020, che si tiene dal 23 gennaio al 2 febbraio, Sky Cinema Due propone una selezione di titoli premiati nelle precedenti edizioni: la commedia di successo all'insegna dell'antiproibizionismo L’erba di Grace (World Cinema Audience Award 2000); il thriller HBO sugli abusi sessuali in epoca social Share (US Dramatic Waldo Salt Screenwriting Award A Pippa Bianco, US Dramatic Special Jury Award For Breakthrough Performance: Rhianne Barreto, Institute/Amazon Studios Producers Awards 2019); alle 21.15 il film con Ellen Barkin e Demi Moore Another happy day (Waldo Salt Screenwriting Award 2011); e la commedia indipendente di successo Clerks – Commessi (Filmmaker Trophy Dramatic 1994). I titoli sono disponibili on demand nella collezione SUNDANCE FILM FESTIVAL.

Sundance Film Festival: perché si chiama così?

Forse non tutti sanno da dove venga il nome del Festival, vetrina privilegiata del cinema indipendente internazionale al via giovedì 23 gennaio. Per coloro che vogliono saperne di più, ecco a voi un po’ di storia: in principio era lo Utah/United States Film Festival, fondato nel 1978 dalla Utah Film Commission, dopo tre anni, nel 1981, il festival si sposta da Salt Lake City a Park City, in una nota località sciistica a pochi chilometri da Salt Lake City. Quello stesso anno, Robert Redford fonda il Sundance Institute e lo battezza con il nome del personaggio che l’attore interpreta nel film Butch Cassidy di George Roy Hill, insieme a Paul Newman, Katharine Ross, Ted Cassidy e Strother Martin. L’origine del nome arriva dunque da Sundance Kid, nickname del bandito Harry Alonzo Longabaugh, membro della banda di criminali guidata da Butch Cassidy. Il sogno e l’obiettivo di Redford era creare uno spazio in cui registi, scrittori e sceneggiatori potessero realizzare i propri progetti cinematografici a prescindere dalle leggi del mercato e dalle eventuali influenze della politica.