Spider-Man, le migliori scene della saga

Dalla trilogia di Sam Raimi ai reboot di Marc Webb, passando per i più recenti film stand-alone del Marvel Cinematic Universe: ecco le scene più belle che coinvolgono il supereroe dei fumetti sul grande schermo. QUIZ INTERATTIVO

Tobey Maguire, Andrew Garfield e Tom Holland hanno portato sul grande schermo le gesta di Spider-Man, facendo emergere ognuno un lato diverso di Peter Parker e del suo alter ego, trasformando l’Uomo Ragno in uno dei supereroi più amati dei fumetti. 

Da Spider-Man del 2002 al più recente Spider-Man: Far From Home, ricordiamo i momenti e i personaggi salienti di ogni film della saga. 

Spider-Man (2002): il villain Green Goblin

L’Uomo Ragno di Marvel ha fatto la sua prima apparizione sul grande schermo nel 2002: per la prima avventura al cinema di Peter Parker, il regista Sam Raimi si è affidato ad un cast stellare composto da Tobey Maguire e Kirsten Dunst. La vera sorpresa, però, è stata Willem Dafoe: l’attore statunitense nei panni di Norman Osborn alias Green Goblin è stato spettacolare. Con quelle espressioni facciali raccapriccianti e l’aria malvagia e minacciosa, la star ha saputo interpretare al meglio il villain della storia, un personaggio che perde lentamente la sua sanità mentale, rendono l’interpretazione memorabile. 

Spider-Man 2 (2004): lotta su rotaie

Il secondo film sull’Uomo Ragno giunge nel 2004, ancora con Sam Raimi al timone, ed è considerato da molti un film brillante, tra i migliori della saga. Il valore aggiunto? La straordinaria performance di Tobey Maguire nei panni del protagonista, che dà il suo meglio nella scena del combattimento in treno. Da citare anche il brillante Alfred Molina nei panni del dottor Octopus e James Franco nel ruolo di un frustrato e vendicativo Harry Osborn. 

Spider-Man 3 (2007): le scene d’azione

L’ultimo capitolo della trilogia di Sam Raimi, ispirata al supereroe dei fumetti, è quello ad avere incassato meno al box office: il regista ha dato vita ad una pellicola molto densa, che sul grande schermo è apparsa un po’ difficile da seguire. Una lancia a favore di Spider-Man 3, però, va spezzata: le scene d’azione risultano coinvolgenti, veloci, divertenti e dal forte impatto emotivo. La resa dei conti fra Peter Parker e New Goblin è sublime, come anche lo scontro finale fra Venom e l’Uomo Sabbia. 

The Amazing Spider-Man (2012): Andrew Garfield e Emma Stone

Fra gli aspetti della trilogia di Sam Raimi che hanno convinto meno il pubblico c’è la storia d’amore fra Peter Parker e Mary Jane (Kirsten Dunst), che a detta di molti fan non sembravano credibili come coppia. Tutta un’altra passione quella portata in scena, qualche tempo più tardi, da Andrew Garfield e Emma Stone (nei panni di Gwen Stacy) in The Amazing Spider-Man diretto da Marc Webb: la coppia regala alla storia  emozioni e complicità, in una New York minacciata dai piani diabolici di Kurt Connors.

The Amazing Spider-Man 2 (2014): Peter prova a salvare Gwen

La chimica tra Garfield e la Stone si ritrova nella pellicola successiva, quando il regista decide di fare scontrare l’Uomo Ragno con una schiera di cattivi, composta da Green Goblin, Electro e Rhino. La scena più coinvolgente di The Amazing Spider-Man 2 ha per protagonista proprio i due piccioncini: ricordate la drammatica caduta nel vuoto della ragazza, dalla cime della torre dell'orologio? E la disperazione con cui Peter tenta di salvarla, sparando persino una speciale ragnatela che prende la forma di una mano per tentare di raggiungerla? È una delle scene memorabili fra i comic movie targati Marvel.

Spider-Man: Homecoming (2017): ode a Tom Holland

Spider-Man: Homecoming diretto da Jon Watts porta in scena un altro Peter Parker, con il volto di Tom Holland . L'entusiasmo del giovane attore è l’elemento di fora della pellicola stand-alone: Holland riesce a tenere viva la narrazione sia nelle scene da solista, sia durante le interazioni con altri personaggi. I suoi scambi con il migliore amico Ned, ad esempio, sono esilaranti, mentre le interazioni con Liz, di cui è innamorato, risultano un disastro completo, per l’ilarità degli spettatori. Nonostante Spider-Man: Homecoming rappresenti il terzo riavvio di Spider-Man in meno di 15 anni, la pellicola raccoglie enormi consensi al box office, con oltre 880 milioni di dollari di incasso.

Spider-Man: Far From Home (2019 ): Mysterio

Nonostante l’interpretazione di Tom Holland nei panni dell’Uomo Ragno resti convincente anche in Spider-Man: Far From Home, una menzione d’onore va riservata a Jake Gyllenhaal, attore, noto al grande pubblico per avere recitato al fianco di Heath Ledger sul set del successo I segreti di Brokeback Mountain del 2005 (ottenendo una nomination agli Oscar e ai Golden Globe). Qui Gyllenhaal interpreta il villain Mysterio, che si nasconde dietro all’identità di Quentin Beck: che sia per la sua capacità di manipolare Peter Parker, per la sua straordinaria gamma di gadget o per il suo atteggiamento vendicativo nei confronti di Tony Stark, Mysterio può essere considerato fra i migliori cattivi che abbiamo visto in un film di Spider-Man.

RISPONDI AL QUIZ: Conosci le battute di Spider-Man?

(se non visualizzi il contenuto interattivo CLICCA QUI)