Zombieland: Doppio Colpo, la trama del film

A distanza di 10 anni il 14 novembre 2019 arriva al cinema Zombieland: Doppio Colpo, sequel di Benvenuti a Zombieland, con Woody Harrelson, Emma Stone, Jesse Eisenberg e Abigail Breslin

Il 14 novembre 2019 giunge in sala Zombieland: Doppio Colpo, sequel di Benvenuti a Zombieland, realizzato nel 2009. Torna il cast protagonista, composto da Woody Harrelson, Emma Stone, Jesse Eisenberg e Abigail Breslin. Molte le novità ma action, risate e splatter ancora una volta assicurati, con un nuovo cameo pronto a fare il giro del web.

Zombieland: Doppio Colpo, la trama

Dopo aver esordito con Benvenuti a Zombieland, Ruben Fleischer torna nel suo mondo post apocalittico, nel quale sono trascorsi 10 anni, così come nella realtà. Si raccontano ancora le avventure di Columbus (Jesse Eisenberg), Tallahassee (Woody Harrelson), Wichita (Emma Stone) e Little Rock (Abigail Breslin). Dopo tanti anni i quattro sono ormai divenuti una famiglia e la loro base operativa è la Casa Bianca. Gli zombie intanto si sono evoluti e ucciderli non è così semplice. Nello specifico vi sono tre categorie, gli stupidi, definiti Homer, gli intelligenti, chiamati Hawking e infine i più pericolosi, i cosiddetti Ninja.

Quella che si è creata è però una famiglia costretta alla convivenza, il che spesso porta a dei contrasti. Nello specifico Little Rock odia sentirsi dare della ragazzina. Un fastidio che la spinge addirittura a darsi alla fuga, affiancata da un altro sopravvissuto conosciuto da poco. L’intero gruppo si metterà dunque sulle sue tracce, correndo numerosi rischi. Il tema dei nuovi sopravvissuti sarà molto importante in questo capitolo, con i quattro che incontreranno altri esseri umani sani. Tra questi c’è Madison, bella e bionda, che creerà scompiglio tra Columbus e Wichita.

Zombieland: Doppio Colpo, cosa sapere

Zombieland: Doppio Colpo è il sequel di Benvenuti a Zombieland, giunto in sala nel 2009, con impatto pari a zero sul mercato cinematografico italiano. La pellicola infatti venne presentata direttamente in home video, saltando del tutto l'appuntamento in sala. Ciò vuol dire che in molti potrebbero non aver mai recuperato il film, a metà strada tra azione, splatter e commedia, nonostante un cast di tutto rispetto. Ecco perché potrebbe essere particolarmente utile riassumere un po’ quanto accaduto, sottolineando quegli elementi cruciali per potersi approcciare alla visione di Doppio Colpo, comunque godibile pienamente come titolo a sé stante.

Il primo film mostra un’America ormai alle prese da due mesi con un’epidemia mortale, scatenata dal consumo di carne infetta, che ha tramutato la nostra specie, quasi nella sua interezza, in folli mangiatori di carne umana. Lo scenario è dunque post apocalittico. Il protagonista sta tentando in tutti i modi di raggiungere Columbus, città dell’Ohio, così da scoprire se i propri genitori stiano bene o meno. La sua auto si rompe ma lungo la via incontra un uomo alquanto schivo e rapidamente calatosi nella nuova realtà del mondo. Questi, a caccia di una particolare merendina, non ama dar troppo confidenza agli sconosciuti e così come nomi utilizzano quelli delle città di provenienza: Columbus e Tallahassee.

Il duo si mette in viaggio e lungo la via si imbatte in due sorelle, Wichita e Little Rock, che rubano la loro auto e tentano in seguito di appropriarsi anche del loro secondo mezzo. Si decide infine per una tregua e di partire insieme. Grazie a loro Columbus scopre che i suoi genitori sono deceduti nelle prime fasi dell’epidemia, considerando come la città di Columbus sia stata rasa al suolo.

Il film sa essere più violento e crudo del previsto. Il primo capitolo dimostra ampiamente come alle fasi comiche possano alternarsi scene tipiche da horror. Lo spettatore deve aspettarsi di tutto, anche il sorprendente cameo di Bill Murray, pronto a tornare nel sequel, affiancato da un altro ex membro dei Ghostbusters, Dan Aykroyd.

L’intera narrazione viene scandita dalla voce narrante di Columbus, che stila un regolamento per sopravvivere a un’apocalisse zombie:

  • Tenersi in forma
  • Colpo di sicurezza per uccidere uno zombie
  • Massima attenzione in bagno
  • Allacciare le cinture di sicurezza
  • Non affezionarsi a chi ha poche chance di sopravvivere
  • Viaggiare in gruppo
  • Solo gli idioti si pongono domande al momento della fuga
  • Trova un compagno abile nelle uccisioni
  • Le armi hanno bisogno di tempo per essere ricaricate. Una mazza da baseball no
  • Chi resta in silenzio non viene notato come chi corre gridando
  • Avere sempre una via di fuga
  • Non fare l’eroe
  • Fare stretching
  • Mescolarsi tra gli zombie
  • Preferenza per auto grosse e corazzate
  • Essere senza pietà
  • Dio benedica la gente del sud degli Stati Uniti (per le scorte d’armi)
  • Meglio essere sobri
  • Controllare sempre che i passeggeri siano ancora vivi
  • Godi delle piccole cose