Vicino all’Orizzonte, la trama del film

Al cinema dal 24 ottobre 2019, Vicino all’Orizzonte è una storia d'amore, amicizia e fiducia, tratta dall'omonimo romanzo di Jessica Koch

VICINO ALL'ORIZZONTE: LE FOTO DEL FILM

Vicino all’Orizzonte è una pellicola drammatica tedesca, diretta da Tim Trachte, con Luna Wedler e Jannik Schumann. Tratto dall'omonimo romanzo di Jessica Koch, è una storia commovente sull’amicizia e la fiducia, in sala dal 24 ottobre 2019.

Vicino all’Orizzonte, la trama

La pellicola si concentra su Jessica, che ha da poco compiuto di 18 anni e si ritrova in una fase particolare della sua vita. Ha letteralmente tutta la vita dinanzi a sé, piena di possibilità sotto l'aspetto privato e professionale. Un giorno si ritrova dinanzi Danny, un giovane e affascinante ragazzo che nasconde un doloroso segreto dietro la sua pacifica facciata. Sembra un ragazzo del tutto sicuro di sé ma il suo passato è particolarmente oscuro e inevitabilmente questo aspetto di lui verrà fuori col tempo.

È possibile mentire a chi si conosce appena ma non a qualcuno cui si inizia a tenere davvero. È proprio quello che accade a Jessica e Danny, che vengono di fatto travolti da un sentimento puro e innocente. La scintilla è innegabile e ne è scaturito un vero e proprio incendio, al punto che entrambi devono ammettere di non avere scampo all’amore. Se Jessica intende vivere questo sentimento liberamente, è chiaro come Danny abbia più di qualche muro da abbattere prima di riuscire a fidarsi davvero di qualcuno. La giovane dovrà lavorare giorno dopo giorno per ridurre in mille pezzi la corazza del ragazzo che sente di amare, portando a galla i suoi segreti più indicibili.

Jessica comprende come forse il suo futuro con Danny potrebbe non realizzarsi mai, restando in eterno in un limbo utopico. Si ritrova dunque a operare una scelta. Da un lato la via più rapida, quella che la condurrebbe a dire addio al suo grande amore. Dall’altra invece un percorso lungo e tortuoso ma anche terribilmente gioioso, nel quale vivere ogni momento di felicità, pur consapevole del fatto che non potrà durare. È qui in fondo che si cela il messaggio principale della pellicola. Non conta realmente quanto un amore duri, piuttosto quanto profondo questo sia.

Vicino all’Orizzonte, cosa sapere

Tim Trachte propone in 109 minuti l'adattamento di Vicino all’Orizzonte, romanzo della scrittrice tedesca Jessica Koch. Nelle sue pagine l'autrice ha scelto di raccontare una storia reale, la sua per la precisione. Ha così narrato al mondo la tormentata storia D’Amore con un giovane ragazzo per metà tedesco e per metà americano, Danny.

Pubblicato nel 2016, il libro è rapidamente divenuto un best seller, il che ha spinto l’autrice ad aggiungere altri due capitoli, realizzando la cosiddetta “Trilogia di Danny”, che ha inizio sul finire degli anni ’90. Per il ruolo della co-protagonista è stata scelta Luna Wedler, precedentemente inserita nel cast di The Story of my life, con Léa Seydoux, Louis Garrel e Jasmine Trinca.

Al suo fianco c’è Jannik Schumann, apparso in svariate produzioni, da Submergence di Wim Wenders a La Conseguenza, con Keira Knightley, così come a Monster Hunter di Paul W. S. Anderson. Un duro allenamento il suo per riuscire a interpretare al meglio la parte. Danny è infatti un modello e un kickboxer, il che lo ha portato a seguire le indicazioni di un personal trainer per mesi.