Scary Stories to Tell in the Dark, la trama del film

La trama di “Scary Stories to Tell in the Dark”, film in uscita il 24 ottobre diretto da André Øvredal e prodotto da Guillermo del Toro

Al cinema dal 24 ottobre arriva “Scary Stories to Tell in the Dark”, pellicola diretta da André Øvredal e prodotta da Guillermo del Toro. Il regista, sceneggiatore, produttore cinematografico e scrittore messicano ha preso parte alla sceneggiatura del film e ha dimostrato in più occasioni di tenere molto a questo progetto. L’ispirazione nasce dai libri di Alvin Schwartz, illustrati da Stephen Gammell e pubblicata in tre volumi dal 1981 e il 1991. Diffuse oralmente prima dell'avvento di Internet, queste storie vennero raccolte da Schwartz in tre volumi, pubblicati nel 1981, nel 1984 e nel 1991, che hanno venduto ben 7 milioni di copie. Sono breve storie terrificanti che fanno riferimento a leggende metropolitane nata negli Stati Uniti nel corso del Novecento. Il ricco cast del film è stato annunciato in due diversi momenti durante le fasi prima della lavorazione. Inizialmente sono stati annunciati Zoe Colletti, Michael Garza, Austin Abrams, Gabriel Rush, Austin Zajur e Natalie Ganzhorn, mentre qualche mese dopo sono stati aggiunti anche Dean Norris, Gil Bellows, Lorraine Toussaint e Javier Botet.

La trama di “Scary Stories to Tell in the Dark”

Il film horror è ambientato negli Stati Uniti nel 1968 e precisamente durante la notte di Halloween. A Mill Valley il tempo sembra essersi fermato e tutti i cambiamenti del Paese non sembrano intaccare la tranquillità tipica del luogo. In realtà gli abitanti devono fare i conti con la presenza dei Bellows, famiglia che risiede ai margini della cittadina. Sarah Bellows decide di concentrare tutta la sofferenza patita durante la sua esistenza in un libro, un’antologia di racconti dell’orrore. La donna nasconde numerosi segreti e ha vissuto finora una vita dolorosa e ricca di problematiche indicibili. Nella notte di Halloween un gruppo di quattro amici, Stella, Ramon, Auggie e Chuck decide di raggiungere villa Bellows. I ragazzi approfittano del fatto che Sarah si è suicidata dopo l’accusa di aver ucciso svariati bambini e ora la residenza è vuota. Gli amici assistono a episodi bizzarri ed entrano infine in possesso del libro di Sarah. Stella sceglie però di portare a casa con sé e le pagine sembrano animarsi facendo apparire nuove storie. I protagonisti sono i suoi amici e alcuni ragazzi che vengono citati nei racconti spariscono incredibilmente da Mill Valley.  Inizia così un viaggio negli incubi più terrificanti, qualcosa che viene risvegliato e che può portare terribili conseguenze. Stella ha un legame psicologico con Sarah Bellows, entrambe infatti hanno carattere simile e sono unite da sentimenti come la malinconia, l’isolamento e la volontà di staccarsi dalla realtà grazie alla scrittura. La ragazza infatti vive da sola con il padre ed è stata abbandonata dalla madre.

Scary Stories To Tell in the Dark” ha incassato nelle prime 10 settimane di programmazione 68,2 milioni di dollari. Guillermo Del Toro ha parlato della pellicola durante il Comi-Con di San Diego tenutosi a luglio: “Quando abbiamo iniziato a parlarne circa cinque anni fa, ho dovuto pensarci. Ho pensato che sarebbe stato fantastico se avessimo avuto un libro che ti legge e scrive ciò di cui hai più paura”.