I migliori film di Ilenia Pastorelli

Una breve ma intensa carriera per Ilenia Pastorelli, dal 2015 a oggi. Ecco i suoi film migliori

Nata a Roma nel 1985, Ilenia Pastorelli è un’apprezzata attrice italiana, la cui carriera sul grande schermo ha avuto inizio soltanto pochi anni fa, nel 2015. Il suo percorso nel mondo dello spettacolo l’ha vista collezionare alcune esperienze come modella, per poi raggiungere la notorietà nel 2011 con il Grande Fratello 12. Ha in seguito avuto la chance di entrare a far parte del cast di Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti, recitando al fianco di Claudio Santamaria e Luca Marinelli. Una pellicola particolarmente apprezzata, con il ruolo di Alessia che le ha consentito di vincere il David di Donatello nel 2016 come miglior attrice protagonista. Nel 2019 è in sala con Brave ragazze, commedia basata su una storia vera, che la vede al fianco di Ambra Angiolini, Serena Rossi, Silvia D’amico e Luca Argentero. Prosegue dunque a gonfie vele la sua carriera da attrice ed ecco i suoi film migliori:

  • Lo chiamavano Jeeg Robot
  • Benedetta follia
  • Non ci resta che il crimine

Lo chiamavano Jeeg Robot, 2015

Gabriele Mainetti punta tutto sulla propria idea e, tra mille dubbi nell’ambiente del cinema italiano, dimostra come sia possibile proporre qualcosa di innovativo, mescolando i generi e proponendo un action supereroistico dal vago sapore di critica sociale. Una pellicola ricca di clip amatissime dal pubblico, ancora oggi ricercate in rete, arricchita da prestazioni esaltanti regalate da Claudio Santamaria, Luca Marinelli e Ilenia Pastorelli.

In una parte di Roma abbandonata al proprio destino, dove tutti sono chiamati a vivere di stenti o tentare la scalata al mondo criminale, vive Enzo Ceccotti, il perfetto signor nessuno. È un ladruncolo che in fondo non ha mai conosciuto altro se non la vita del piccolo delinquente. Non si è mai invischiato in grandi giri, provando a tenere un basso profilo, ma di colpo si ritrova a contatto con una misteriosa sostanza radioattiva che, come da tradizione fumettistica, gli dona dei superpoteri. Ha una forza sovraumana e ovviamente la mette al servizio della propria attività criminale. Particolarmente introverso, è abituato a badare unicamente a sé, fino al momento in cui incontra Alessia, convinta che lui sia l’eroe di cui è appassionata, Jeeg Robot d’acciaio. Sulla loro strada però si porrà Lo Zingaro, criminale di quartiere che sogna in grande, pronto a diventare la nemesi di Jeeg.

Benedetta follia, 2018

Guglielmo, interpretato da Carlo Verdone, vede crollare i propri valori quando sua moglie Lidia lo abbandona nel giorno del loro 25esimo anniversario. La sua vita viene in seguito stravolta dall’arrivo nel suo negozio di Luna, Ilenia Pastorelli, ragazza di borgata travolgente che si candida come commessa. Seppur fin troppo esuberante per un negozio di articoli religiosi, Guglielmo la accoglie nella sua vita, quasi incapace di resisterle, venendo trascinato in un mondo proibito di single, fatto di app e appuntamenti al buio.

Non ci resta che il crimine, 2019

Alessandro Gassman, Marco Giallini e Gian Marco Tognazzi sono tre amici alla ricerca del modo per riuscire a dare una netta svolta alla propria vita. Mentre sono impegnati in un tour sui luoghi della banda della Magliana si ritrovano in maniera rocambolesca a viaggiare indietro nel tempo, proprio quando il celebre gruppo criminale imperversava a Roma. Sfruttando le loro informazioni sul futuro riescono a vincere alcune scommesse calcistiche, primo passo che li conduce nella cerchia del boss Renatino, interpretato da Edoardo Leo. Avrà così inizio un lungo e pericoloso viaggio per tornare a casa, nel presente.