Film al cinema questa settimana, in uscita dal 10 al 16 ottobre

Ecco quali sono i film in sala questa settimana, ovvero le uscite cinematografiche dal 10 al 16 ottobre

Film in uscita giovedì 10 ottobre

A spasso col panda

Scritto dallo sceneggiatore dell’acclamato “Madagascar”, “A spasso col panda” è un film d’animazione basato sulle avventure di un gruppo di animali, che si cimentano in una fantastica avventura, al fine di riportare un cucciolo di Panda nella Terra dei Panda, dove lo attende la sua famiglia. Il piccolo è stato infatti consegnato per errore all’orso Mic-Mic da una cicogna sbadata.

Brave ragazze

Ambra Angiolini, Ilenia Pastorelli, Serena Rossi e Silvia D’Amico sono quattro donne disperate, giunte tutte a un punto critico della propria vita, decidono di fare qualcosa di folle, mettere in piedi un’improvvisata banda criminale. Travestite da uomini, riescono a rapinare la banca del paese. Si ritrovano così con un bel po’ di soldi in tasca e tanta adrenalina. Tutto questo le spinge ad altri gesti inconsulti, portando sulle loro tracce il Commissario Morandi.

Gemini Man

Un killer professionista decide di porre fine alla propria carriera. Gli anni sulle spalle iniziano a essere troppi e vorrebbe dire addio alla serie infinita di uccisioni che hanno caratterizzato la sua vita. L’agenzia per la quale lavora però non può fare a meno del suo uomo migliore. Dinanzi al suo rifiuto di proseguire la sua particolare carriera, il suo capo avvia un processo di clonazione, ricreando il suo killer perfetto ma con molti anni in meno. Will Smith si ritroverà dunque a fronteggiare se stesso in un action sorprendente.

Gli Angeli Nascosti di Luchino Visconti

Film documentario diretto da Silvia Giulietti, che offre uno splendido ritratto di Luchino Visconti, grande uomo e regista, raccontato dai suoi più stretti collaboratori. Una pellicola che offre immagini inedite dell’archivio fotografico di Mario Tursi, che lo ha seguito per la sua intera carriera.

Hole – L’abisso

Per riuscire a sfuggire a un passato violento, una giovane madre decide di rifugiarsi con suo figlio in un piccolo paesino, dove nessuno sa chi sono. Al sicuro dal suo ex compagno, si ritrova a dover fronteggiare gli strani comportamenti del suo bambino. Questi ha infatti subito una trasformazione dopo aver giocato nei pressi di una misteriosa voragine nel bosco. Rapidamente la donna si renderà conto del pericolo che sta correndo.

Il varco

Con immagini di repertorio Federico Ferrone e Michele Manzolini raccontano il lungo viaggio di un soldato italiano verso il fronte sovietico. Un salto indietro nel tempo fino al 1941, con l’esercito fascista che avanza, ricco di speranze, mentre un giovane soldato ricorda le parole di sua madre e teme quanto lo attende, avendo già conosciuto l’orrore della guerra in Africa.

La scomparsa di mia madre

Protagonista del documentario è Benedetta Barzini, madre del regista Beniamino Barrese. Lei fu la prima grande modella italiana degli anni ’60. Da Warhol a Dalì, tutti venivano ispirati dal suo fascino. Una femminista militante, che ha per anni combattuto il sistema, per poi lasciarsi tutto alle spalle a 75 anni, decidendo di abbandonare il mondo di costrizioni e stereotipi nel quale è cresciuta.

La voce del mare

Documentario che racconta il legame tra uomo e mare. Qualcosa di inspiegabile, di primordiale, al di là del fascino che un panorama può esercitare sull’animo umano. La pellicola vede alcuni uomini, tra i quali l’apneista Davide Carrera, lo scrittore Bjorn Larsson e il viaggiatore Stefano Tiozzo, in viaggio in barca a vela per il Mediterraneo e i mari del Nord.

La verità

Una sceneggiatrice (Juliette Binoche) subisce da sempre il peso dell’ombra di sua madre, star del cinema amata da tutti, che non le ha mai permesso d’avere il suo momento. Ormai da anni la donna ha deciso di lasciare Parigi e trasferirsi negli Stati Uniti, così da porre un bel po’ di distanza tra lei e la diva (Catherine Deneuve). Le due si ritroveranno in occasione della pubblicazione della biografia dell’attrice, scatenando una guerra familiare.

Manta Ray

Un giovane pescatore e attero di successo soccorre un giorno un uomo ferito e in fin di vita. Lo porta a casa con sé e lo accudisce. Quest’ultimo però non parla, forse per il trauma o forse perché muto. Il pescatore decide di chiamarlo Thongchai, proprio come una pop star thailandese. Tra i due nasce una grande amicizia, fino al giorno in cui il pescatore svanisce in mare, con il suo amico che inesorabilmente subentrerà nella sua vita, dal lavoro al fianco di sua moglie.

Non succede, Ma se succede

Seth Rogen è un giornalista idealista che decide di licenziarsi nel momento in cui un magnate omofobo acquista il giornale per il quale lavora. Disoccupato e disperato, si ritrova nuovamente dinanzi la sua ex baby sitter, per la quale ha sempre avuto una cotta. Oggi lei è una donna potentissima e ha il volto di Charlize Theron. Ha per caso bisogno di qualcuno che scriva i suoi comizi e l’imbranato Fred viene scelto per il compito. Una collaborazione tra l’ilare e il romantico, a caccia del cuore della splendida Charlotte.

Oltre la bufera

Il film racconta la storia di Don Giovanni Minzoni, parroco ucciso nel 1923 dai fascisti. L’uomo era tornato in provincia di Ferrara sul finire della Grande Guerra, provando a ripristinare l’ordine nella comunità di Argenta, riconducendo i giovani nell’oratorio. I socialisti non vedono di buon occhio la Chiesa ma col tempo i rapporti tra le due parti migliorano, fino all’arrivo di una nuova forza politica.

Pepe Mujica, una vita suprema

Emir Kusturica offre un ritratto di José Mujica, “El Pepe”, attivista politico divenuto presidente dell’Uruguay pur senza modificare il proprio pensiero e i propri ideali. Grazie a una serie di interviste il regista offre un quadro completo, regalando al pubblico l’eredità di un uomo saggio, che ha sempre creduto nel cambiamento.

Film in uscita lunedì 14 ottobre

Il bambino è il maestro

Documentario su Maria Montessori e il suo ormai celebre metodo educativo. Un lavoro che pone sotto la lente d’ingrandimento il rapporto tra divulgazione della conoscenza e formazione dell’uomo. Secondo la Montessori lo sviluppo dell’umanità doveva avere la precedenza, per poi trasmettere il sapere in un secondo momento, su di una base fertile all’apprendimento.