The Disaster Artist, la storia del "Quarto Potere dei film brutti"

James Franco in The Disaster Artist
James Franco in The Disaster Artist

Venerdì 4 ottobre va in onda in prima visione tv su Premium Cinema il film di e con James Franco (premiato ai Golden Globe come miglior attore) che racconta come è nato il cult The Room, considerato uno dei film peggiori mai realizzati.

Anche quando sbagliamo, dobbiamo farlo in grande. Non è sufficiente un fallimento: se si vuole entrare nella Storia, è necessario un vero e proprio disastro, come sa Tommy Wiseau, attore, regista e figura di culto fra i cinefili, le cui vicissitudini sono raccontate nel pirotecnico The Disaster Artist, in onda in prima visione tv venerdì 4 ottobre su Premium Cinema (canale 313 di Sky).

Diretto e interpretato da James Franco, che per la sua prova nei panni dell’eccentrico Wiseau è stato premiato nel 2017 ai Golden Globe come Miglior attore in un film o commedia musicale, The Disaster Artist, tratto dall’omonimo libro autobiografico di Greg Sestero, ha anche ricevuto una candidatura agli Oscar per la Miglior sceneggiatura non originale.

La vicenda narrata è verissima, ma è di quelle, come si dice in inglese, stranger than fiction, ovvero più strane della finzione. Del resto decisamente sopra le righe è il suo protagonista Tommy Wiseau, eccentrico personaggio, dalle origini tutt’oggi incerte, in cui incappa il già citato Greg Sestero (qui interpretato da Dave Franco, fratello di James) durante una lezione di recitazione.

Greg, attore decisamente poco dotato e terrorizzato dal palcoscenico, rimane fulminato da Tommy, per via della sua sicurezza e della sua estrema libertà espressiva. Giovane e belloccio, accetta così di seguire il suo nuovo amico dall’accento improbabile a Los Angeles, nella speranza di realizzare assieme a lui il sogno di diventare un divo di Hollywood.

Purtroppo, la fortuna non sembra arridere ai nostri eroi, per cui Tommy coinvolge Greg in un progetto ancora più strampalato: girare un film in proprio, grazie anche alla sua notevole disponibilità economica (la cui provenienza, ancora una volta, non è mai stata ben appurata). I due muovono così i primi, incauti passi per realizzare The Room, vero e proprio fenomeno cult che passerà alla storia del cinema come il b-movie più costoso di sempre. O, come alcuni amano definirlo, “il Quarto potere dei film brutti”, per citare Orson Welles.

Ai limiti della follia, la vicenda raccontata in The Disaster Artist è resa in maniera spassosa e brillante, soprattutto grazie alla bravura dei suoi interpreti: non solo i fratelli Franco, ma anche Seth Rogen, Ari Graynor, Alison Brie, Zac Efron, Sharon Stone, Bob Odenkirk e Melanie Griffith.