5 curiosità su Quentin Tarantino

Ecco alcune curiosità che potreste non conoscere sul celebre regista, al cinema con C’era una volta a Hollywood

Tutti hanno sentito parlare di Quentin Tarantino almeno una volta nella vita, ed è particolarmente ardua l’impresa di riuscire a individuare una persona che non abbia mai visto neanche uno dei suoi film. Il regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico americano è nato nel 1963 e nel corso della sua carriera ha diretto integralmente nove pellicole. Il novero di produzioni cui ha preso parte è però ben più ampio, a partire dall’episodio diretto in Four Rooms e dal segmento di Grindhouse.

In televisione è stato dietro la macchina da presa per una puntata di E.R. e due di CSI. Dagli anni ’90 ha lavorato con passione come sceneggiatore a svariate creazioni di successo, come Assassini nati di Oliver Stone e Dal tramonto all’alba di Robert Rodriguez. Un grande esponente del genere pulp e un personaggio controverso sotto svariati aspetti. Tarantino è stato in grado più volte di spaccare la critica e il pubblico, lasciando però indubbiamente un enorme segno nella cinematografia moderna.

Ha più volte dichiarato d’avere intenzione di ritirarsi dal mondo della regia dopo il suo decimo film, che i fan sperano possa essere Kill Bill 3, con Uma Thurman nuovamente nel ruolo di Beatrix Kiddo. Intanto il 18 settembre 2019 giunge in sala il suo nono film, C’era una volta a Hollywood, con Leonardo DiCaprio, Brad Pitt, Margot Robbie, Al Pacino, Kurt Russell e tanti altri interpreti, per un cast da sogno. Nonostante però si tratti di uno dei personaggi più noti di Hollywood, c’è ancora qualcosa che in molti ignorano sul suo conto. Ecco dunque alcune curiosità su Quentin Tarantino.

Il rapporto con Uma Thurman

È innegabile che nel corso degli anni si sia sviluppato un rapporto molto speciale tra Quentin Tarantino e Uma Thurman. Per anni i fan hanno pensato che infine i due si sarebbero sposati ma la vita di entrambi ha preso altre direzioni. Il regista ha però una vera e propria venerazione per lei, il che ha di certo aumentato il livello di clamore nel momento in cui venne diffusa la clip dell’incidente dell’attrice, che si sentì messa in pericolo dal regista. Si trattava di una scena di Kill Bill, film per il quale Tarantino non ha mai voluto altri se non lei. Basti pensare che al tempo del previsto inizio delle riprese la Thurman era incinta, dunque impossibilitata a girare una pellicola d’azione. Nessun problema per Quentin, che le assicurò la parte e attese il suo ritorno in forma.

La “trunk shot”

Gli amanti di Tarantino conoscono bene quest’espressione, che fa riferimento a una delle riprese tipiche del regista. Si tratta di un’inquadratura dal bagagliaio di una vettura, con la macchina da presa che riprende la scena dall’interno ed è rivolta verso gli attori. Una tecnica adoperata ne Le iene, in Pulp Fiction, Jackie Brown, Kill Bill 1 e A prova di morte.

Il genio di Tarantino

La sua non è stata una formazione scolastica. Il cinema lo ha sempre attratto e, come ha ammesso in passato, non ha mai frequentato alcuna scuola di cinema. Non si è mai specializzato, preferendo alimentare la propria sete di conoscenza e cultura filmica recandosi costantemente al cinema. Non ha neanche concluso il percorso delle scuole superiori, seppur vanti un QI di 160.

Il futuro di Tarantino

Non è dato sapere se dirà realmente addio alla regia dopo il suo decimo film. È qualcosa che ripete ormai da molti anni e prima o poi quel giorno arriverà. Viene dunque da chiedersi cosa possa mai fare un personaggio eclettico come lui. Una possibilità è quella della scrittura, al di là dell’universo delle sceneggiature filmiche. C’è stato infatti un tempo in cui pensava di fare il romanziere. Scrisse qualche capitolo sulla propria esperienza lavorativa nel negozio di videocassette Manhattan Beach Video Archives. Non è dunque da escludere che possa riprovarci. Di certo oggi avrebbe molto di cui parlare.

Film preferiti

Se volete guardare alcune delle pellicole che lo hanno formato o semplicemente emozionato ed esaltato nel corso degli anni, ecco alcuni titoli particolarmente apprezzati da Tarantino:

  • Blow Out – Brian De Palma
  • Un Dollaro d’onore – Howard Hawks
  • Taxi Driver – Martin Scorsese
  • Il buono, il rutto e il cattivo – Sergio Leone
  • La signora del venerdì – Howard Hawks
  • La grande fuga – John Sturges
  • Carrie – Lo sguardo di Satana – Brian De Palma