Jason Statham, 5 curiosità sull'attore

Jason Statham
@Getty Images

Dagli stunt quasi letali all’incontro con Guy Ritchie, ecco alcune curiosità su Jason Statham

Jason Statham è un celebre attore britannico, esperto di arti marziali e ormai un vero e proprio veterano dei film d’azione. L’esordio al cinema è avvenuto nel 1998, con Guy Ritchie che lo ha voluto in Lock & Stock, per poi sceglierlo come protagonista di Snatch due anni dopo. È attualmente al cinema con Fast & Furious: Hobbs & Shaw, al fianco di Dwayne Johnson, col quale sembra pronto a lanciare una nuova saga d’azione, come ha fatto in passato con I mercenari, al fianco di Sylvester Stallone. Nonostante la sua celebrità, vi sono ancora alcuni elementi del suo passato che in molti non conoscono. Ecco dunque cinque curiosità su Jason Statham.

Un passato da modello

In passato Jason Statham è stato un tuffatore professionista e per dodici anni ha fatto parte della Nazionale inglese. Dopo aver trascorso molto tempo come subacqueo, ha intrapreso un’altra carriera prima di cimentarsi con la recitazione. Durante la sua attività fisica con la Nazionale venne individuato da un’agenzia che lo volle come modello. Selezionato perché, secondo un portavoce, rappresentava un tipo comune.

L’incontro con Guy Ritchie

L’inizio della carriera attoriale di Jason Statham meriterebbe la produzione di un film. Il suo passato da modello sarebbe stato per molti il trampolino di lancio verso una carriera nel mondo dello spettacolo. Per lui invece la grande chance è arrivata vendendo profumi e gioielli in strada. Al tempo Guy Ritchie era alla ricerca di una persona autentica che potesse interpretare il ruolo di un artista di strada. Vide Statham a un angolo e gli chiese di fare un provino. In seguito lo ha voluto come protagonista in Snatch e l’ormai ex modello e tuffatore non si è mai fermato da allora.

La passione per lo stunt

Nel corso degli anni Jason Statham ha preso parte a numerose scene d’azione particolarmente rischiose. Il suo pubblico fedele sa bene che la maggior parte delle sequenze che lo vedono protagonista vengono girate proprio da lui, senza l’utilizzo di una controfigura. Jason è solito allenarsi duramente in una palestra specifica per stunt men, così da poter recitare a pieno, senza dover cedere la scena ad altri. Ha anche criticato attori che tendono ad abusare delle controfigure e, dato il grande rispetto per chi svolge questo ruolo, vorrebbe una categoria dedicata allo stunt agli Oscar.

Un film quasi letale

Ancora oggi, all’età di 52 anni, l’attore continua a girare da sé le scene stunt che riguardano i suoi personaggi. Una di queste però lo ha quasi ucciso. Al tempo girava sul set de I mercenari 3 ed era alla guida di un mezzo pesante. I freni non rispondevano ai comandi e Statham si ritrovò a precipitare nel Mar Nero. È riuscito in totale autonomia a venir fuori da quella trappola di ferro e, per sua stessa ammissione, ha rischiato seriamente di annegare.

Un guidatore precoce

Sembra proprio che Jason Statham guidasse già da prima dell’età prevista dalla legge. Aveva imparato a farlo ma non nel modo corretto. Si è così presentato all’esame di guida con l’atteggiamento del guidatore consumato, evidenziando però alcune abitudini errate. È stato così costretto a ripetere il test per ben tre volte prima di poter avere la patente.