Rocketman: 6 curiosità su Elton John

Sei curiosità sulla vita e la carriera di Elton John. Il film "Rocketman" racconta tutta la sua storia dall'infanzia fino ai grandi successi

Elton John ha finalmente potuto ammirare il biopic musicale dedicato alla sua vita. L’artista britannico ha approvato pienamente il film “Rocketman”, diretto da Dexter Fletcher e interpretato in particolare da Taron Egerton che ha ricoperto il ruolo di Elton John. Prodotto da David Furnish e autorizzato da Elton John stesso, la pellicola utilizza un espediente narrativo per ritornare indietro nel tempo e raccontare la vita del cantautore fin dall’infanzia. Il primo ricordo prende vita in un crescendo di scene da musical, sequenze di fantasia musicale e dialoghi robusti. La vita di Elton John era da tempo oggetto di analisi per costruire un film che potesse farlo conoscere sotto una luce completamente diversa. Ovviamente non poteva mancare la musica con la presenza di hit come “Your Song”, “Sorry Seems to Be the Hardest Word” e “Candle in the Wind”, tutte interpretate da Taron Egerton, attore e anche tenore che ha dato vita a una perfomance elogiata da pubblico e critica. 

“Rocketman” arriva nelle sale italiane il 29 maggio e la produzione spera di raggiungere il successo di “Bohemian Rhapsody” che ha riacceso di nuovo l’interesse attorno ai Queen. La vita di Elton John è ricca di curiosità e aneddoti come quella di Freddie Mercury, questi alcuni dei più interessanti. 

Le amicizie storiche

Elton John era legato da una profondissima amicizia a Gianni Versace e Lady Diana. Allo stilista ha dedicato l’album “The Big Picture”, mentre è entrata nella storia la sua versione di “Candle in the Wind” cantata dal vivo al funerale della principessa. Il brano, nella sua nuova versione, detiene il record di singolo più venduto della storia, con oltre 40 milioni di copie. I proventi furono devoluti alla fondazione dedicata alla principessa Diana.

I titoli ottenuti

Il grande apporto di Elton John alla musica anglosassone e internazionale è stata suggellata dalla sua entrata nella Rock and Roll Hall of Fame nel 1994. Dopo quattro anni è stato insignito del titolo di Cavaliere dalla Regina Elisabetta II per i servigi resi alla musica, alla cultura inglese e per la sua beneficenza.

La passione per il calcio e il record negli Stati Uniti

Non solo musica tra le passioni di Elton John. Il cantautore è stato proprietario della squadra inglese del Watford, di cui è grande tifoso, dal 1977 al 1987 e dal 1997 al 2001. Dal 2008 è stato nominato presidente onorario. Nello stesso anno ha raggiunto un curioso record che caratterizza la sua carriera live. È riuscito ad esibirsi in tutti e 50 gli Stati degli Stati Uniti. 

L’amore per i vestiti e per i travestimenti

Uno dei segni distintivi della carriera di Elton John sono i suoi abiti, portati in scena fin dai primi anni. Per omaggiare Buddy Holly, uno dei suoi idoli, decise di esibirsi con gli occhiali: «All’inizio la critica era molto colpita dalla mia musica, ma quando cominciai a indossare i costumi tutti dissero che non ce n’era bisogno. E che sarebbe stato meglio che salissi sul palco con un paio di jeans e una maglietta. Ma quello non sarei stato io». Nel corso della sua carriera si è vestito da Mozart, Statua della Libertà, Paperino e Torre Eiffel. La sua passione per gli abiti è così totalizzante che nel 1991 si presentò all’Heathrow Airport con 42 valigie piene di abiti e accessori, tutti suddivisi per colore.