Il mio Godard, ritratto del maestro del cinema Jean-Luc Godard

Mercoledì 24 aprile alle 21.15 Sky Cinema Due trasmette il ritratto dell'appassionata e anticonformista storia d'amore tra Anne Wiazemsky e il maestro del cinema Jean-Luc Godard : Il mio Godard . Disponibile on demand nella collezione VITE D’AUTORE

Il regista premio Oscar per The Artist, Michel Hazanavicius, confeziona il ritratto dell'appassionata e anticonformista storia d'amore tra il maestro del cinema Jean-Luc Godard e Anne Wiazemsky, interpretati rispettivamente da un perfetto Louis Garrel e da Stacy Martin (Nymphomaniac). Il ritratto di una delle figure più importanti del cinema francese e mondiale vista con gli occhi dell'allora giovanissima moglie Anne Wiazemsky attraverso il Sessantotto, il maoismo e le proteste contro la guerra in Vietnam.

Michel Hazanavicius dopo il passo falso di The Search, torna alla sua pratica cinematografica preferita: rivisitare un genere offrendogli una nuova occasione di visibilità. Solo chi ne ha apprezzato l'opera può cogliere tutte le sfumature ironiche di un ritratto che nasce dall'autobiografia dell'allora giovanissima moglie Anne. C'è una consistente dose di odio/amore in questo film che si appropria degli stilemi dell'autore per sottolinearne le contraddizioni. Hazanavicius ammira il Maestro ma fondamentalmente detesta l'uomo del quale mette in luce tutte le aporie. In questo film Godard insiste sul vincolo matrimoniale, con annesse gelosie e desiderio di avere sempre la giovanissima consorte al proprio fianco, lo rappresenta come il più borghese dei borghesi. Al di là del divertissement di un regista che si diverte a mostrare che il proprio re artistico è nudo c'è la lettura a distanza di un periodo che, per ragioni anagrafiche, Hazanavicius non ha vissuto ma del quale offre una lettura in cui prevalgono più le ombre che le luci.

Disponibile on demand nella collezione VITE D’AUTORE, Il mio Godard ti aspetta mercoledì 24 aprile alle 21.15 su Sky Cinema Due.