Candyman, il sequel trova regista e data di uscita

Candyman
Candyman

Il nuovo film dedicato al personaggio protagonista del cult horror del 1992 sarà prodotto da Jordan Peele e avrà come regista Nia DaCosta. L’uscita nelle sale è prevista per il 12 giugno 2020.

Candyman. Candyman. Candyman. Candyman. Candyman. Provate a pronunciare cinque volte questo nome davanti allo specchio e vi ritroverete a sprofondare in un incubo a tinte rosso sangue. Lo sa bene Helen Lyle, la sventurata protagonista di Candyman – Terrore dietro lo specchio, film cult uscito nell’ormai lontano 1992, che aveva per protagonisti Virginia Madsen nel ruolo della studentessa e Tony Todd in quello del villain che dava il titolo alla pellicola.


Ora Candyman sta per tornare, ma la notizia è succosa anche per un altro motivo: a produrre il film sarà Jordan Peele, il regista che ha seminato scompiglio nel mondo dell’horror con il suo Scappa – Get Out. Il sequel di Candyman però non ha solo un produttore, ma da oggi anche un regista e una data di uscita.


A dirigere la pellicola horror sarà Nia DaCosta, già alla macchina da presa del “western moderno” Little Woods. La data di uscita del film è stata invece fissata per il 12 giugno 2020. Tutto pronto, quindi, per la fase di preproduzione e di produzione.


Ma cos’ha di speciale la storia di Candyman da avere attirato l’attenzione di un soggetto gettonatissimo come Jordan Peele? Tratto da un racconto di Clive Barker, fra le altre cose papà della saga di Hellraiser, il film di Candyman del 1992, scritto e diretto da Bernard Rose, si prendeva numerose libertà rispetto alla fonte originale e si incentrava sulla cupa storia del figlio di uno schiavo afroamericano ucciso in modo brutale.


Leggenda vuole che, come detto sopra, recitando cinque volte il suo nome davanti allo specchio, l’oscuro figuro venga evocato nel nostro mondo per compiere efferati omicidi. La studentessa Helen Lyle si interessa alla storia e naturalmente fa proprio quel che non andava fatto, dando il via libera a una serie di terribili delitti.


Quello che secondo Peele rende speciale Candyman è il modo in cui ha rivoluzionato la figura degli afroamericani nel genere horror. Non più solo carne da macello, ma in questo caso un villain degno di altri suoi più noti – e slavati – compari.


E se c’è un altro film che ha cambiato le carte in tavola per quanto concerne la rappresentazione black nell’horror, è proprio Scappa – Get Out dello stesso Peele (che sarà sceneggiatore del nuovo Candyman assieme a Win Rosenfeld). Ci sono quindi buone probabilità che da questo incontro venga fuori qualcosa di molto, molto interessante.