Cinepop Show, che spettacolo a FuoriCinema!

Cinepop Show
Francesco Castelnuovo a FuoriCinema con il regista e le attrici/conduttrici di Cinepop

Nell’ambito della tre giorni di FuoriCinema, Francesco Castelnuovo, il regista Max Croci e le cinque conduttrici di Cinepop hanno intrattenuto e divertito il pubblico in attesa dell’anteprima de Gli incredibili 2.

Difficile scegliere una sola serata fra le tre che hanno animato Piazza Tre Torri a CityLife, Milano, durante FuoriCinema!, l’evento ideato da Cristiana Capotondi e Cristiana Mainardi per portare il cinema e tutto quel che gli sta intorno direttamente all’aria aperta, tra la gente. Di certo, chi avesse optato per sabato 15 settembre non sarebbe certamente rimasto deluso, grazie non solo a un’anteprima d’eccezione, quella del film d’animazione Disney/Pixar Gli incredibili 2, ma anche a un vero e proprio spettacolo che ha avuto luogo appena prima sul palco della manifestazione.


Stiamo parlando, è ovvio, di Cinepop Show: Raccontare il cinema, l’incontro condotto da Francesco Castelnuovo, in cui il regista Max Croci e le cinque attrici/conduttrici – Laura Adriani, Michela Andreozzi, Euridice Axen, Stella Egitto ed Enrica Guidi – hanno chiacchierato a proposito di Cinepop davanti al pubblico di FuoriCinema, raccontando i segreti e i retroscena di questo programma davvero speciale, “l’unico quotidiano sul cinema in Italia”.


“È terrificante parlare di cinema in tv”, ha raccontato Laura Adriani, di recente al cinema con Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini, “perché ti mette alla prova. Cerchi di parlare in modo leggero di qualcosa di profondo, che ti fa riflettere, ma è difficile. E se non va tutto per il verso giusto è un disastro”. È apparsa più serena Euridice Axen, presente in The Young Pope e in Loro di Paolo Sorrentino, nonché prossima conduttrice in programma: “Ci sarà molto da lavorare, ma sarà molto divertente. È una cosa che non ho mai fatto, ma dopotutto da piccola avrei voluto fare proprio la conduttrice”.


Stella Egitto, scelta da Pif per In guerra per amore e attuale conduttrice di Cinepop, svela in poche parole la “formula” dello show: “Si entra nel vivo del cinema, ma con una chiave assolutamente pop”. Approfondimento, quindi, ma con leggerezza. Non a caso, spiega il regista Max Croci, ognuna delle attrici chiamata a tenere le redini del format Sky interpreta una sorta di personaggio da film.

Conferma Michela Andreozzi, attrice e regista, al cinema non molto tempo fa con il suo Nove lune e mezza: “È un modo fresco di parlare di cinema. Mi piace che sia un programma femminile”. E trova anche il tempo di citare il suo ospite preferito: “Gianni Canova, un vero mentore. Ed è anche sexy, per quelle della mia età… diciamo un po’ vintage!”.


A proposito di ospiti, Enrica Guidi, nota al pubblico di Sky per il ruolo di Tiziana ne I delitti del BarLume, ricorda l’emozione di avere un ospite del calibro del vero Chewbacca di Star Wars: “Era la mia primissima puntata e io ero molto tranquilla. Poi arrivo in studio e tutti quanti sono agitatissimi…”. Il tempo però incalza e soprattutto si avvicina l’ora di cedere lo schermo all’anteprima italiana de Gli incredibili 2 di Brad Bird, sequel di uno dei film d’animazione di maggiore successo di sempre. Ma c’è comunque lo spazio di sognare ancora un po’ e così, incalzate da Francesco Castelnuovo, le attrici di Cinepop nominano quello che sarebbe il loro ospite ideale.

Enrica Guidi opta per il regista francese Luc Besson, per il modo in cui è in grado di dirigere le donne e delineare i personaggi feminili. Laura Adriani ha un “chiodo fisso”, ovvero Alessandro Cattelan, che si propone di ospitare in una nuova stagione dello show, ma non disdegnerebbe anche, se solo fosse ancora possibile, Fabrizio De André”. Michela Andreozzi opta per Denis Villeneuve, a suo giudizio uno dei registi più interessanti degli ultimi anni. Euridice Axen vota Roman Polanski. Stella Egitto, per finire, sceglie un altro regista francese, ovvero Jean Genet. Anche Max Croci dice la sua, e conclude la serata di Cinepop Show sognando in grande con Alfred Hitchcock.