All Eyez on Me: vita e morte di Tupac Shakur

All Eyez On Me
All Eyez On Me

Martedì 18 settembre alle 21.15 va in onda in prima visione tv su Sky Cinema Uno il biopic diretto da Benny Boom sul leggendario rapper che ha segnato la storia della musica hip hop.

Pochi artisti hanno segnato la storia della musica rap come lui, e probabilmente nessuno lo ha fatto in così poco tempo e in maniera altrettanto bruciante. Tupac Shakur è entrato nella leggenda con solo quattro album pubblicati in sei anni, dal 1991 al 1996: tanto gli è bastato per diventare uno dei musicisti più influenti degli anni ’90.


Al rapper nato a New York ma trasferitosi da ragazzo nella West Coast al seguito della madre attivista delle Pantere Nere è dedicato All Eyez On Me, biopic diretto da Benny Boom, in onda in prima visione tv martedì 18 settembre alle 21.15 su Sky Cinema Uno. Il titolo del film richiama quello del quarto e ultimo album di 2Pac, una vera e propria pietra miliare dell’hip hop, che arrivò a vendere decine di milioni di copie in tutto il mondo.


La pellicola ripercorre la vita di Tupac, interpretato dal promettente Demetrius Shipp Jr., sin dall’infanzia a New York al fianco della madre Afeni Shakur e dei suoi amici militanti del Black Panther Party, passando per l’intermezzo a Baltimora e l’amicizia con Jada Pinkett, futura moglie di Will Smith, fino all’approdo nella costa ovest, dove arriveranno i primi guai con droghe e con le forze dell’ordine, ma anche dove prenderà il via la sua folgorante carriera.


Non potrà ovviamente mancare, in All Eyez On Me, anche l’epilogo della straordinaria vita di Tupac, terminata a seguito di un assalto con armi da fuoco avvenuto in circostanze mai chiarite, che lo vedrà morire pochi giorni dopo e che, con la seguente morte di Notorious B.I.G., rappresenterà il culmine della faida tra East Coast e West Coast. Un must see per gli amanti del rap, ma il biopic è in grado di appassionare anche chi è estraneo a questo genere musicale.