Avengers: Infinity War, ecco perché è un successo

Inserire immagine

Fra un esilarante cameo e un inaspettato ritorno che, si chiedono in molti, forse rivedremo in Avengers 4 , passando per gli incassi al box office e le scene improvvisate sul set da Tom Holland: ecco i punti di forza dell’ultimo film sui Vendicatori di casa Marvel

Quante ne sai sui Vendicatori? IL QUIZ

La squadra degli Avengers, allargata per l’occasione con un bel po’ di supereroi dei fumetti, si appresta ad affrontare il suo secondo weekend nelle sale, puntando a numeri da record al box office.

RISPONDI AL NOSTRO QUIZ: Quante ne sai sui Vendicatori?

Scopriamo i cinque elementi chiave della pellicola.

Il box office

L’esordio al botteghino è stato da record, con 9 milioni di euro incassati in Italia, cifra con cui Avengers: Infinity War guadagna il titolo di weekend di esordio più alto al botteghino, sorpassando il precedente capitolo sui Vendicatore, Avengers: Age of Ultron. Oltre 900 milioni di dollari è l’incasso della pellicola nel mondo alla vigilia del secondo weekend nelle sale, che nella classifica stilata da Box Office Mojo delle pellicole migliori di sempre si stanza in 62esima posizione, subito prima di Thor: Ragnarok.

Che divertimento!

C’è da scommettere che Avengers: Infinity War saprebbe conquistare non solamente gli appassionati del genere, ma qualsiasi tipo di pubblico. Il motivo? E’ semplicemente esilarante. Sono diverse le scene divertenti del film, dove ironia e comicità si mischiano sapientemente, d’altronde già in passato abbiamo visto un Thor spiritoso e un Deadpool da sbellicarsi dalle risate... Insomma, l’umorismo è fra gli ingredienti principali del film. Risulta comica la rovinosa caduta di Hulk sul pianeta di Wakanda, che inciampa su una roccia prima di incontrate per la seconda volta il villain Thanos, mentre l’imprecazione di Samuel L. Jackson alias Nick Fury nella scena post-credit pare la perfetta conclusione di una pellicola così avvincente. E ancora, la rivalità di Doctor Strange e Tony Stark regala teatrini divertentissimi, come anche il primo incontro fra il Dio del Tuono e i Guardiani della Galassia.

LEGGI ANCHE: Thanos Vs. Hulk: chi sarà il più forte?







+++ SPOILER +++




Lo Spiderman improvvisato di Tom Holland

Sono diversi i momenti che lasciano il pubblico con il fiato sospeso. E uno di questi è stato del tutto improvvisato da uno dei protagonisti durante le riprese. Siamo nel bel mezzo della scena finale del film in cui, almeno apparentemente, molti dei Vendicatori (e gran parte dei Guardiani della Galassia) sembrano sconfitti per sempre: qui è Spiderman ad attirare tutta l’attenzione dei fan. Anziché sparire in pochi secondi come i colleghi, l’Uomo Ragno decide di uscire di scena in una maniera più intensa: lo vediamo prima zoppicare, poi accasciarsi fra le braccia di Tony Stark mentre urla frasi disperate, prima di scomparire. Il momento è risultato piuttosto tragico, ma la sceneggiatura non lo prevedeva: è stato Tom Holland, l’attore nei panni di Spiderman, ad improvvisare la scena sul set. “Nessuna parte di questo momento – precisa il regista Joe Russo, al timone della pellicola insieme al fratello – era prevista dallo script”.



Il ritorno di Red Skull
Una delle più grandi sorprese di Avengers: Infinity War è data dal ritorno di un personaggio a lungo ritenuto morto nel Marvel Cinematic Universe: il film ha finalmente rivelato dove si trova la Gemma dell’Anima, riportando in scena il suo guardiano, Red Skull, il cattivo di Captain America: Il Primo Vendicatore del 2011. Ma c’è una novità: il Teschio Rosso non è interpretato da Hugo Weaving, come in origine, ma oggi a vestire i suoi panni è la star di The Walking Dead, Ross Marquand. Durante un'intervista con l’Entertainment Weekly, l'attore non lascia trapelare nulla sul futuro del personaggio, che molti sperano di rivedere in Avengers 4: “Non lo so, non posso parlarne, e penso che ovviamente mi piacerebbe interpretare quel ruolo in qualsiasi momento, è un personaggio così ricco! Sarebbe davvero bello vedere come si sviluppa il personaggio”.



Il cameo di Stan Lee
Che dire, infine, dell’immancabile apparizione del celebre fumettista, padre dei supereroi Marvel? Che quello in Infinity War sarebbe stato il cameo più divertente di sempre lo aveva già dichiarato sul red carpet della premiere del film: “Voglio ringraziare tutti voi per aver visto con affetto in tutti questi anni i miei camei e, ovviamente, i film dove essi erano contenuti. Penso che ora troverete quello più divertente di sempre, non vedo l’ora lo vediate”. Ora che il film è giunto nelle sale, non gli si può certo dare torto...