John Wick, la vendetta va in scena a New York

Inserire immagine
Keanu Reeves (Foto Kika)

Un revenge movie ad alta tensione con Keanu Reeves e Willem Dafoe. L'appuntamento con la sete di vendetta di Johm Wick è su Sky Cinema 1 domenica 3 gennaio alle ore 21.10

La vendetta non sempre va gustata fredda. Ha un suo sapere appagante anche quando è calda. Lo dimostra John Wick su Sky Cinema 1 domenica 3 gennaio alle ore 21.10. Keanu Reeves interpreta un ex killer professionista che ha scelto di ritirarsi a vita...famigliare. Ha sposato Helen ma una malattia gliela porta via. Lei fa in modo che il marito abbia un cane su cui riversare il suo affetto, e così è ma il richiamo della violenza è in una stazione di servizio: c'è un diverbio, una aggressione e quando si riprende John ritrova il vecchio se stesso e i fantasmi del suo passato.

Cosa distingue John Wick dagli altri film sulla vendetta? Lui sa come uccidere e non lo turba farlo essendo un killer professionista. Inoltre la vicenda ha un andamento molto noir, per flashback. L'azione si respira anche nei rari momenti quieti del film. Keanu Reeves è perfetto, per età anagrafica e credibilità nel ruolo di assassino sui generis. Nei suoi occhi la cattiveria si stempera col desiderio di essere altrove, magari in pensione. Ma chi fa quel lavoro non andrà mai in pensione.

La vendetta non sempre va gustata fredda. Ha un suo sapere appagante anche quando è calda. Lo dimostra John Wick su Sky Cinema 1 domenica 3 gennaio alle ore 21.10. Keanu Reeves interpreta un ex killer professionista che ha scelto di ritirarsi a vita...famigliare. Ha sposato Helen ma una malattia gliela porta via. Lei fa in modo che il marito abbia un cane su cui riversare il suo affetto, e così è ma il richiamo della violenza è in una stazione di servizio: c'è un diverbio, una aggressione e quando si riprende John ritrova il vecchio se stesso e i fantasmi del suo passato.

Cosa distingue John Wick dagli altri film sulla vendetta? Lui sa come uccidere e non lo turba farlo essendo un killer professionista. Inoltre la vicenda ha un andamento molto noir, per flashback. L'azione si respira anche nei rari momenti quieti del film. Keanu Reeves è perfetto, per età anagrafica e credibilità nel ruolo di assassino sui generis. Nei suoi occhi la cattiveria si stempera col desiderio di essere altrove, magari in pensione. Ma chi fa quel lavoro non andrà mai in pensione.