Big Eyes, Tim Burton è su Sky Cinema 1

Inserire immagine
Amy Adams © LuckyRed

Tim Burton firma un dramma biografico con Amy Adams e Christoph Waltz protagonisti. Il film racconta la storia vera di una delle più leggendarie frodi artistiche della storia che vide coinvolti, a cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta, i coniugi Walter e Margaret Keane e i loro enigmatici ritratti di bambini dai grandi occhi. Appuntamento domenica 27 dicembre alle 21.10, in prima tv, su Sky Cinema 1

Domenica 27 dicembre arriva, in prima tv su Sky Cinema 1, alle 21.10 Big Eyes, ultimo film di Tim Burton con Amy Adams e Christoph Waltz. Il film è ispirato alla storia vera di Walter e Margaret Keane, piuttosto famosi negli Stati Uniti degli anni Sessanta per dei quadri i cui soggetti erano bambini con gli occhi molto grandi. Va detto che questi quadri avevano pur nella intrinseca banalità (e in certo qual modo bruttezza) un certo appeal popolare, kitsch, perfetto per emozionare le signore dell’epoca che, tra un pasticcino e un tè, si dilettavano a parlare di cultura o presunta tale. E così lo spregiudicato agente immobiliare, con vocazione di pittore bohemienne, di nome Walter Keane, una volta capita la commercialità del prodotto, non ci mise molto per attribuirsene la paternità soddisfacendo così la sua smodata vanità.

Un’operazione sicuramente favorita dall’ingenuità della moglie del tutto tradizionale e con un matrimonio già fallito alle spalle con tanto di figlia a carico. Di quei quadri di bambini sofferenti ad occhi spalancati, Walter fa un vero affare, essendo una specie di antesignano della commercializzazione dell'arte di massa (un Andy Warhol senza talento). Solo dopo circa dieci anni, sua moglie Margaret, con un atto di vero coraggio, trascinerà Walter davanti a un tribunale per rivendicare i suoi diritti che gli verranno finalmente riconosciuti.
 

Numerose le curiosità. Inizialmente il film doveva essere diretto dal duo Scott Alexander e Larry Karaszewski e prodotto invece da Tim Burton. Si era allora pensato a protagonisti come Reese Witherspoon e Ryan Reynolds. Solo dopo il film venne affidato alla regia di Burton, mentre Scott Alexander e Larry Karaszewski passarono alla sceneggiatura. Budget del film invece davvero limitato, circa 10 milioni di dollari. Le riprese sono iniziate nel luglio 2013 e si sono svolte tra Canada, Stati Uniti e Regno Unito. Di fatto, per quanto riguarda Tim Burton che in questo film abbandona ogni atmosfera gotica, va detto che e' amico e collezionista di Margaret Keane e non si vergogna affatto di raccontare in un'intervista come sia stato sempre affascinato "dal kitsch" e come e la Big Eye Art lo "diverta molto". Da lui anche il riconoscimento che da quei quadri, come dai Manga giapponesi e da alcuni dei personaggi di Disney, derivino molti dei suoi personaggi, da quelli di Beetlejuice a The Nightmare Before Christmas.
 

Imperdibile nel film il cameo di Terence Stamp nei panni del critico d'arte del New York Times. Uno capace di stroncare la vita di un artista con i suoi occhi di ghiaccio e con parole altrettanto glaciali.

Domenica 27 dicembre arriva, in prima tv su Sky Cinema 1, alle 21.10 Big Eyes, ultimo film di Tim Burton con Amy Adams e Christoph Waltz. Il film è ispirato alla storia vera di Walter e Margaret Keane, piuttosto famosi negli Stati Uniti degli anni Sessanta per dei quadri i cui soggetti erano bambini con gli occhi molto grandi. Va detto che questi quadri avevano pur nella intrinseca banalità (e in certo qual modo bruttezza) un certo appeal popolare, kitsch, perfetto per emozionare le signore dell’epoca che, tra un pasticcino e un tè, si dilettavano a parlare di cultura o presunta tale. E così lo spregiudicato agente immobiliare, con vocazione di pittore bohemienne, di nome Walter Keane, una volta capita la commercialità del prodotto, non ci mise molto per attribuirsene la paternità soddisfacendo così la sua smodata vanità.