Ecco l’app che blocca gli spoiler di Star Wars

Inserire immagine
Uno screenshot del messaggio di allerta dell'app che avverte sugli spoiler di Star Wars.

L’uscita nelle sale di Star Wars: The Force Awakens si avvicina e con essa il rischio di anticipazioni non gradite. Ma non temete, se volete entrare al cinema “vergini” ora c'è anche la soluzione tecnologia: un’estensione per Chrome oscura i siti “pericolosi”

Mancano meno di due settimane all'uscita nelle sale di Star Wars: Il Risveglio della Forza e l'attesa dei fan cresce proporzionalmente all'avvicinarsi del momento. Ma con la fibrillazione e l'euforia sale anche il rischio spoiler che rischiano di rovinare la sorpresa dell'evento e che sul web sono sempre dietro l'angolo. Per quanto uno proceda con cautela, la possibilità di imbattersi in un'anticipazione che rovini il gusto della scoperta è sempre molto alto. E sarà ancora più alto dopo l'arrivo sugli schermi della pellicola. Meno male che in aiuto degli appassionati ora arriva anche la tecnologia, in questo caso sotto forma di un'estensione per il browser Chrome. Una volta installato, lo Star Wars Spoiler Blocker, questo il nome del tool, fa infatti proprio questo: blocca ogni pagina web che possa contenere informazioni non richieste sul film in uscita. 

 

Buon senso – I più ansiosi possono tirare un bel sospiro di sollievo. Una volta attivata, l'estensione scatta in presenza di un potenziale spoiler su una pagina web visitata dall'utente. Come reazione alla “minaccia” l'applicazione fa partire una schermata con il logo della saga (e poteva essere altrimenti?) che si sovrappone al contenuto presente a quell'indirizzo e chiede al navigatore se intende o meno proseguire. A questo punto sta all'utente scegliere, ma almeno è avvertito dei potenziali rischi. L'estensione, va detto, funziona bene. Secondo qualcuno, pure troppo. Nel senso che sembra bloccare ogni pagina in cui venga menzionato un riferimento a Star Wars. Questo vuol dire che sotto l'accetta del filtro finiscono anche gli articoli giornalistici. Queste maglie un po' troppo strette possono in effetti essere un po' fastidiose ma per i più preoccupati sono una garanzia. Di segno opposto pare invece un altro problema menzionato in relazione all'estensione. Il tempo che impiega a caricare la schermata di blocco è un po' troppo lungo (qualche secondo) e rischia di far arrivare a chi naviga informazioni non gradite. Insomma, o troppo o troppo poco. Comunque sia, una cosa è certa: app o non app, l'unico modo per evitare gli spoiler sono cautela e buon senso. 

 

Mancano meno di due settimane all'uscita nelle sale di Star Wars: Il Risveglio della Forza e l'attesa dei fan cresce proporzionalmente all'avvicinarsi del momento. Ma con la fibrillazione e l'euforia sale anche il rischio spoiler che rischiano di rovinare la sorpresa dell'evento e che sul web sono sempre dietro l'angolo. Per quanto uno proceda con cautela, la possibilità di imbattersi in un'anticipazione che rovini il gusto della scoperta è sempre molto alto. E sarà ancora più alto dopo l'arrivo sugli schermi della pellicola. Meno male che in aiuto degli appassionati ora arriva anche la tecnologia, in questo caso sotto forma di un'estensione per il browser Chrome. Una volta installato, lo Star Wars Spoiler Blocker, questo il nome del tool, fa infatti proprio questo: blocca ogni pagina web che possa contenere informazioni non richieste sul film in uscita. 

 

Buon senso – I più ansiosi possono tirare un bel sospiro di sollievo. Una volta attivata, l'estensione scatta in presenza di un potenziale spoiler su una pagina web visitata dall'utente. Come reazione alla “minaccia” l'applicazione fa partire una schermata con il logo della saga (e poteva essere altrimenti?) che si sovrappone al contenuto presente a quell'indirizzo e chiede al navigatore se intende o meno proseguire. A questo punto sta all'utente scegliere, ma almeno è avvertito dei potenziali rischi. L'estensione, va detto, funziona bene. Secondo qualcuno, pure troppo. Nel senso che sembra bloccare ogni pagina in cui venga menzionato un riferimento a Star Wars. Questo vuol dire che sotto l'accetta del filtro finiscono anche gli articoli giornalistici. Queste maglie un po' troppo strette possono in effetti essere un po' fastidiose ma per i più preoccupati sono una garanzia. Di segno opposto pare invece un altro problema menzionato in relazione all'estensione. Il tempo che impiega a caricare la schermata di blocco è un po' troppo lungo (qualche secondo) e rischia di far arrivare a chi naviga informazioni non gradite. Insomma, o troppo o troppo poco. Comunque sia, una cosa è certa: app o non app, l'unico modo per evitare gli spoiler sono cautela e buon senso.