La seconda stagione di In Treatment è su Sky Cinema Cult

Inserire immagine
© Marta Spedaletti / © Sky / © Wildside

A partire da lunedì 23 novembre, arriva anche su Sky Cinema Cult, la seconda stagione di  In Treatment , la versione italiana dell’omonima serie HBO divenuta cult a livello internazionale, prodotta da Sky con Wildside. Appuntamento su Sky Cinema Cult con un episodio al giorno dal lunedì al venerdì alle 20.30 e ogni domenica dalle 14.00, dal 29 novembre, maratona settimanale dei 5 episodi

Dopo il successo successo della prima stagione, Sergio Castellitto torna a vestire i panni dello psicoterapeuta Giovanni Mari nella seconda, attesissima stagione di “In Treatment”, adattamento nostrano della famosa serie HBO che vedeva, nella sua versione originale, Gabriel Byrne interpretare il ruolo del terapeuta Paul Weston.

 

La seconda stagione, che andrà in onda, oltre che su Sky Atlantic, anche su Sky Cinema Cult a partire da lunedì 23 novembre, sarà diretta ancora una volta da Saverio Costanzo e vanterà un cast di altissimo livello: infatti insieme a Castellitto vedremo sedersi sullo scomodo lettino dello psicoterapeuta grandi nomi della settima arte italiana. Ritroveremo anche in questa seconda stagione Lea e Pietro, interpretati da Barbora Bobulova e Adriano Giannini, alle prese con una difficile separazione accompagneranno in analisi il loro figlio Mattia (Francesco De Miranda),e Licia Maglietta, nel ruolo di Anna, la terapeuta di Giovanni, mentre fanno il loro ingresso nel cast Michele Placido nel ruolo di amministratore delegato che comincia ad avere attacchi di panico a seguito di uno scandalo aziendale ma per risolverli dovrà affrontare le problematiche nel rapporto con la figlia Alba Rohrwacher, Maya Sansa, nei panni di un avvocato quarantenne piena di rabbia per aver abortito da molto giovane, e Greta Scarano, nel ruolo di una ragazza malata di tumore che non vuole curarsi.

 

Una serie innovativa e rivoluzionaria per l’argomento trattato – le sedute psicanalitiche di un terapeuta con cinque pazienti - e per la struttura narrativa che ne determina una programmazione quotidiana: una puntata al giorno per ciascuno dei pazienti in terapia. Sia il progetto italiano che la versione americana - che in tre stagioni ha raccolto decine di premi tra cui due Emmy e un Golden Globe - si ispirano al format israeliano “Be Tipul”, ideato dal regista e sceneggiatore Hagai Levi, di cui sono stati realizzati adattamenti per 13 paesi.

 

Gli appuntamenti: su Sky Cinema Cult dal 23 novembre un episodio al giorno dal lunedì al venerdì alle 20.30 e ogni domenica dalle 14.00, dal 29 novembre, maratona settimanale dei 5 episodi; su Sky Atlantic i singoli episodi andranno in onda, a partire da lunedì 23 novembre, dal lunedì al venerdì, alle 12.30 e in replica alle 19.40 e alle 23.10.

 

In Treatment sarà anche disponibile anche su Sky On Demand.

Dopo il successo successo della prima stagione, Sergio Castellitto torna a vestire i panni dello psicoterapeuta Giovanni Mari nella seconda, attesissima stagione di “In Treatment”, adattamento nostrano della famosa serie HBO che vedeva, nella sua versione originale, Gabriel Byrne interpretare il ruolo del terapeuta Paul Weston.

 

La seconda stagione, che andrà in onda, oltre che su Sky Atlantic, anche su Sky Cinema Cult a partire da lunedì 23 novembre, sarà diretta ancora una volta da Saverio Costanzo e vanterà un cast di altissimo livello: infatti insieme a Castellitto vedremo sedersi sullo scomodo lettino dello psicoterapeuta grandi nomi della settima arte italiana. Ritroveremo anche in questa seconda stagione Lea e Pietro, interpretati da Barbora Bobulova e Adriano Giannini, alle prese con una difficile separazione accompagneranno in analisi il loro figlio Mattia (Francesco De Miranda),e Licia Maglietta, nel ruolo di Anna, la terapeuta di Giovanni, mentre fanno il loro ingresso nel cast Michele Placido nel ruolo di amministratore delegato che comincia ad avere attacchi di panico a seguito di uno scandalo aziendale ma per risolverli dovrà affrontare le problematiche nel rapporto con la figlia Alba Rohrwacher, Maya Sansa, nei panni di un avvocato quarantenne piena di rabbia per aver abortito da molto giovane, e Greta Scarano, nel ruolo di una ragazza malata di tumore che non vuole curarsi.

 

Una serie innovativa e rivoluzionaria per l’argomento trattato – le sedute psicanalitiche di un terapeuta con cinque pazienti - e per la struttura narrativa che ne determina una programmazione quotidiana: una puntata al giorno per ciascuno dei pazienti in terapia. Sia il progetto italiano che la versione americana - che in tre stagioni ha raccolto decine di premi tra cui due Emmy e un Golden Globe - si ispirano al format israeliano “Be Tipul”, ideato dal regista e sceneggiatore Hagai Levi, di cui sono stati realizzati adattamenti per 13 paesi.

 

Gli appuntamenti: su Sky Cinema Cult dal 23 novembre un episodio al giorno dal lunedì al venerdì alle 20.30 e ogni domenica dalle 14.00, dal 29 novembre, maratona settimanale dei 5 episodi; su Sky Atlantic i singoli episodi andranno in onda, a partire da lunedì 23 novembre, dal lunedì al venerdì, alle 12.30 e in replica alle 19.40 e alle 23.10.

 

In Treatment sarà anche disponibile anche su Sky On Demand.