Cinema Box Office: Hunger Games canta vittoria, ma l'Italia si rivolta

Inserire immagine

Con Hunger Games: Il Canto della Rivolta-Parte Seconda,  nuovo capitolo della saga tratta dai romanzi di Suzanne Collins, Jennifer Lawrence si prepara a trafiggere il botteghino. Ma il cinema italiano ha svariate frecce al proprio arco. Da Loro chi?, con la coppia Marco Giallini- Edoardo Leo a Dobbiamo parlare, diretto e interpretato da Sergio Rubini, affiancato da un Fabrizio Bentivoglio in versione romanesca, il made in Italy gioca la sua carta, da sempre vincente: la commedia. E come se non bastasse escono anche Né Giulietta, Né Romeo, gaia pellicola di e con Veronica Pivetti, e In fondo al bosco, thriller ambientato tra le Dolomiti che segna una nuova sfida per Sky. E se fosse vero che "Italians do it better?"

Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare. Sicché apri il portafoglio virtuale, cacci 50 crediti e ti compri l'ultimo Hunger Games. La protagonista dell'intera saga è Jennifer Lawrence, l'attrice più pagata di Hollywood. La spilungona biondina si è portata a casa negli ultimi 12 mesi 52 milioni di dollari. Si sa: più spendi più guadagni, per cui pare d'uopo accaparrarsi l'ultima avventura di Katniss Everdeen.

 

Ma la Storia, a partire da Davide contro Golia, insegna che le sorprese sono dietro l'angolo. E se poi sono sorprese di casa nostra la tentazione può essere irresistibile.

 

Giovedì 19 novembre, infatti esce Loro chi?. Con 35 crediti, ti porti a casa questo omaggio ai Signori della Truffa, una commedia che omaggia il Gassman del Mattatore, con un Marco Giallini in stato di grazia, affiancato da Edoardo Leo. Dietro la cinepresa ci sono Francesco Micchiché, regista della serie televisiva “R.I.S.- Delitti imperfetti”, e Fabio Bonifacci, sceneggiatore di Benvenuti al Nord, un film che il botteghino lo ha proprio sbancato.

 

Si ride pure in Dobbiamo parlare. E si spende meno. Il nuovo film diretto e interpretato da Sergio Rubini costa 20 crediti. Oltre a un Bentivoglio che sfoggia un dialetto romanesco da paura, ci sono pure Maria Pia Calzone, ovvero la donna Imma di Gomorra, e la sempre brava Isabella Ragonese.

 

Il viaggio in Italia continua con Né Giulietta né Romeo, l'esordio alla regia di Veronica Pivetti che sbertuccia i pregiudizi omofobi del Bel Paese. Costa solo 10 crediti.

 

L'italian tour finisce In fondo al bosco (25 crediti). Per la prima volta, una produzione originale Sky Cinema  viene distribuita nelle sale cinematografiche di tutta Italia. Per il suo debutto sul grande schermo Sky ha scelto un thriller che torna alle origini del genere, grazie ad una trama avvincente ed inaspettata. Con un ottimo Filippo Nigro e un'ambientazione che trasforma un paesino del Trentino, in una sorta di Twin Peaks.

 

Tra le  tantissime uscite della settimana (più numerose delle lumache dopo la pioggia)  vale la pena di segnalare Mr. Holmes - Il mistero del caso irrisolto. La nuova avventura dell'investigatore di Baker Street non è a buon mercato (35 crediti). Però il protagonista Ian - Gandalf - McKellen, è uno dei più grandi attori viventi. Il regista Bill Condon ha vinto un Oscar per la sceneggiatura dirigendo proprio McKellen in Demoni e Dei. E poi Sherlock la sa lunga. Come scriveva il suo creatore Arthur Conan Doyle: "Eliminato l'impossibile, ciò che resta, per improbabile che sia, deve essere la verità".

 

 

Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare. Sicché apri il portafoglio virtuale, cacci 50 crediti e ti compri l'ultimo Hunger Games. La protagonista dell'intera saga è Jennifer Lawrence, l'attrice più pagata di Hollywood. La spilungona biondina si è portata a casa negli ultimi 12 mesi 52 milioni di dollari. Si sa: più spendi più guadagni, per cui pare d'uopo accaparrarsi l'ultima avventura di Katniss Everdeen.

 

Ma la Storia, a partire da Davide contro Golia, insegna che le sorprese sono dietro l'angolo. E se poi sono sorprese di casa nostra la tentazione può essere irresistibile.

 

Giovedì 19 novembre, infatti esce Loro chi?. Con 35 crediti, ti porti a casa questo omaggio ai Signori della Truffa, una commedia che omaggia il Gassman del Mattatore, con un Marco Giallini in stato di grazia, affiancato da Edoardo Leo. Dietro la cinepresa ci sono Francesco Micchiché, regista della serie televisiva “R.I.S.- Delitti imperfetti”, e Fabio Bonifacci, sceneggiatore di Benvenuti al Nord, un film che il botteghino lo ha proprio sbancato.

 

Si ride pure in Dobbiamo parlare. E si spende meno. Il nuovo film diretto e interpretato da Sergio Rubini costa 20 crediti. Oltre a un Bentivoglio che sfoggia un dialetto romanesco da paura, ci sono pure Maria Pia Calzone, ovvero la donna Imma di Gomorra, e la sempre brava Isabella Ragonese.

 

Il viaggio in Italia continua con Né Giulietta né Romeo, l'esordio alla regia di Veronica Pivetti che sbertuccia i pregiudizi omofobi del Bel Paese. Costa solo 10 crediti.

 

L'italian tour finisce In fondo al bosco (25 crediti). Per la prima volta, una produzione originale Sky Cinema  viene distribuita nelle sale cinematografiche di tutta Italia. Per il suo debutto sul grande schermo Sky ha scelto un thriller che torna alle origini del genere, grazie ad una trama avvincente ed inaspettata. Con un ottimo Filippo Nigro e un'ambientazione che trasforma un paesino del Trentino, in una sorta di Twin Peaks.

 

Tra le  tantissime uscite della settimana (più numerose delle lumache dopo la pioggia)  vale la pena di segnalare Mr. Holmes - Il mistero del caso irrisolto. La nuova avventura dell'investigatore di Baker Street non è a buon mercato (35 crediti). Però il protagonista Ian - Gandalf - McKellen, è uno dei più grandi attori viventi. Il regista Bill Condon ha vinto un Oscar per la sceneggiatura dirigendo proprio McKellen in Demoni e Dei. E poi Sherlock la sa lunga. Come scriveva il suo creatore Arthur Conan Doyle: "Eliminato l'impossibile, ciò che resta, per improbabile che sia, deve essere la verità".