Scusate se esisto: la coppia Cortellesi-Bova torna su Sky Cinema 1

Inserire immagine
Raoul Bova e Paola Cortellesi in un'immagine tratta dal film "Confusi e felici"

Raoul Bova e Paola Cortellesi tornano a recitare insieme nel film Scusate se esisto di Riccardo Milani su Sky Cinema 1, in prima tv, lunedì 9 novembre alle 21.10. Una commedia riuscita, ricca di battute e di spunti di riflessione sull'attualità. Con un cast particolarmente indovinato

Tra le tante commedie all'italiana che come le "Nuvole" di una canzone di Fabrizio De André  "vanno e vengono", Scusate se esisto di Riccardo Milani (su Sky Cinema 1, in prima tv, lunedì 9 novembre alle 21.10), è sicuramente una delle più divertenti e anche una delle più riuscite. Il regista, lo scorso anno in sala con Benvenuto Presidente!, ha sceneggiato il suo sesto lungometraggio al fianco della moglie, Paola Cortellesi, qui splendida, mutevole e a tratti esplosiva mattatrice insieme a quel Raoul Bova che aveva già incrociato nel delizioso Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno. Coppia che vince non si cambia. Fortunatamente, potremmo dire in questo caso.
 

Questa la storia. Serena (Cortellesi) è un architetto dal talento straordinario. Dopo una serie di successi professionali all'estero (tra cui a Londra), ha deciso di tornare a lavorare in Italia, perché', in fondo in fondo, ama davvero il suo Paese. Nell'avventurosa ricerca di un posto di lavoro si trova di fronte a una scelta folle, farsi passare per quella che non è, ma che tutti si aspettano sia: vale a dire un uomo. L'incontro con Francesco (Bova) fa al caso suo. Bello e affascinante come è Serena se ne innamora subito, ma quando scopre la sua omosessualità decide di non rinunciare alla sua compagnia. Così vanno a vivere insieme. Francesco sarà al suo posto l'architetto maschio che lo studio romano dove Serena ha presentato il progetto di 'chilometro verde' al quartiere Corviale , l'immenso complesso di edilizia popolare nella periferia est di Roma si aspetta e in cambio lei quella moglie che serve a Francesco per recuperare il rapporto con un figlio adolescente avuto in un precedente matrimonio.
 

Il film immaginato da Riccardo Milani prende spunto da una storia vera, e da un architetto in carne e ossa. Quell'architetto è Guendalina Salimei. Con il suo T-studio ha vinto il vero bando di architettura per riqualificare il "famoso" quarto piano di Corviale, cioè il piano che, negli anni delle sbornie ideologiche, l'architetto Mario Fiorentino aveva immaginato come l'isola felice fatta di negozi, servizi pubblici, aree di socializzazione, divertimento... In realtà, dopo 10 anni, il vuoto del quarto piano è stato riempito dalle residenze autocostruite dagli intraprendenti inquilini. Un bel progetto, lanciato nel 2008 e finora rimasto sulla carta e ora forse, grazie al cinema potrebbe diventare realtà.
 

Nel cast del film anche: Corrado Fortuna, Marco Bocci, Lunetta Savino ed Ennio Fantastichini.
 

Tra le tante commedie all'italiana che come le "Nuvole" di una canzone di Fabrizio De André  "vanno e vengono", Scusate se esisto di Riccardo Milani (su Sky Cinema 1, in prima tv, lunedì 9 novembre alle 21.10), è sicuramente una delle più divertenti e anche una delle più riuscite. Il regista, lo scorso anno in sala con Benvenuto Presidente!, ha sceneggiato il suo sesto lungometraggio al fianco della moglie, Paola Cortellesi, qui splendida, mutevole e a tratti esplosiva mattatrice insieme a quel Raoul Bova che aveva già incrociato nel delizioso Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno. Coppia che vince non si cambia. Fortunatamente, potremmo dire in questo caso.