Le migliori morti della saga di 007

Inserire immagine
La morte di Jill Masterson in Goldfinger

In attesa dell’arrivo al cinema di Spectre, dal 9 ottobre il canale 304 di Sky si trasforma in Sky Cinema 007 e manda in onda tutti i film della saga di James Bond. In questa serie di pellicole passa a miglior vita parecchia gente, ma la morte di alcuni di loro è più “spettacolare” delle altre

Su Youtube ci sono numerosi video che mostrano “tutte le morti dei cattivi di James Bond”, “le migliori morti della saga di 007” oppure “le più brutali”. Già, perché nel corso della saga ispirata ai libri di Ian Fleming di gente ne muore parecchia. E non solo cattivoni. L’unico che “non muore mai”, per citare uno dei suoi film, è proprio James Bond, che da venerdì 9 ottobre, in attesa dell’arrivo nelle sale del nuovissimo Spectre, è protagonista assoluto su Sky Cinema 007, il canale 304 di Sky dedicato integralmente alle sue imprese. 

 

Rimandandovi alla visione dei suoi film per vederle con i vostri occhi, abbiamo nel frattempo raccolto quelle che a nostro avviso sono le cinque migliori scene di morte della serie. Nel caso però preferiate evitare “spoiler” per non rovinarvi la sorpresa, vi invitiamo a interrompere qui la lettura e ad aspettare la messa in onda dei film!

 

5. Helga Brandt (Si vive solo due volte) – La sventurata viene punita in un modo a dir poco cruento per non essere riuscita a uccidere l’agente 007: il perfido Ernest Stavro Blofeld preme un pedale e la fa finire in una pozza infestata dai piranha.

 

4. Auric Goldfinger (Goldfinger) – Nel faccia a faccia finale tra James Bond e Auric Goldfinger a bordo di un jet privato, quest’ultimo apre il fuoco con una pistola d’oro, nonostante 007 gli sconsigli di sparare all’interno di un aereo. Mica a caso: si rompe il finestrino e Auric viene direttamente risucchiato fuori dall’abitacolo, precipitando nel vuoto.

 

3. Milton Krest (Licenza di uccidere) – Un villain ucciso da un altro villain: Franz Sanchez scaraventa Milton Krest in una camera iperbarica e mette la leva sulla massima potenza. La pressione farà letteralmente esplodere lo sventurato. 

 

2. Kananga (Vivi e lascia morire) – Nel corso di una lotta all’ultimo sangue in una piscina infestata dagli squali, James Bond riesce a far ingerire allo spietato Kananaga un pellet di aria compressa, con il risultato di farlo gonfiare come un pallone fino a scoppiare. Una morte a dir poco esplosiva!

 

1. Jill Masterson (Goldfinger) – Aiutante di Auric Goldfinger e amante per una notte di James Bond, la bella Jill se ne va in modo davvero “brillante”: muore per essere stata interamente ricoperta di vernice dorata. La sua rimane la dipartita più iconica dell’intera saga.