Confusi e felici, risate e psicanalisi

Inserire immagine
Marco Giallini e Claudio Bisio in una scena tratta dal film "Confusi e Felici"

Massimiliano Bruno dirige Claudio Bisio, Marco Giallini e Anna Foglietta in una divertente commedia corale sugli scambi di ruolo e sull'amicizia. Appuntamento su Sky Cinema 1, in prima tv, lunedi 2 novembre alle 21.10

Può succedere che  uno stimato analista cada in depressione e di conseguenza venga curato dai suoi stessi  pazienti? Sì se questo psicanalista un po’ cialtrone si chiama Marcello e ha le fattezze e la follia di Claudio Bisio e soprattutto se i suoi assistiti lo sono anche di più. E’ questo l’incipit della commedia Confusi e felici di Massimiliano Bruno, che Sky Cinema 1, manderà in onda in prima tv lunedì 2 novembre alle 21.10.
 

Questo l'antefatto della commedia. Lo psicanalista Marcello si ammala. Sta perdendo la vista e ha frequenti attacchi di panico e così, da un momento all'altro, decide di chiudersi in casa e mollare tutto. Questo gesto estremo e irrevocabile non viene accolto troppo bene da Silvia (Anna Foglietta), segretaria di Marcello, che decide così di radunare tutti i suoi pazienti per cercare il modo migliore di farlo uscire dalla crisi. Così, per quanto disagiati e strampalati, i pazienti di Marcello si rivelano alla fine con lui affettuosi e divertenti. E, ribaltando i ruoli, si ritrovano a curare il loro ex analista per renderlo soprattutto migliore.
 

Massimiliano Bruno, oltre che regista e attore, è soprattutto un autore teatrale e televisivo.  Per il teatro è stato ad esempio regista di Rodimenti con Cinzia Leone e di Come sarò ieri con Stefano Masciarelli.   Per il grande schermo è stato invece autore del soggetto per Ex di Fausto Brizzi e di Tutto l'amore del mondo. Ancora per Brizzi ha lavorato in Maschi contro femmine (2010), e nel 2011 esordisce alla regia con Nessuno mi può giudicare, con Raoul Bova e Paola Cortellesi.   L'anno successivo è la volta di Viva l'Italia, ancora una volta con Raoul Bova, accanto a Michele Placido, Ambra Angiolini e Alessandro Gassman.