Alabama Monroe, tra folk e amore

Il regista fiammingo Felix van Groeningen delinea la struggente storia di un cantante folk e una tatuatrice, costretti a fare i conti con un tremendo lutto. Appuntamento, in prima tv, su Sky Cinema 1, mercoledì 28 ottobre alle 21.10

Con la sua carica di dolore, genio, amore, tatuaggi e musica bluegrass non si può dire che Alabama Monroe, il film del regista belga Felix Van Groeningen, non meriti di essere visto con grande attenzione e apprezzato come uno dei migliori film del 2014. Il lungometraggio, in onda su Sky Cinema 1, in prima tv, mercoledì 28 ottobre alle 21.10 commuove, fa pensare e arriva a tutti con i suoi temi universali.
 

Ora non c’è nulla di più doloroso di vedere una bambina di quattro anni della grazia e del candore di Maybelle (Nell Cattrysse) malata di tumore. E non c’è nulla di ancora più doloroso se poi i suoi genitori sono così vivi e poco borghesi come appunto Elise (Veerle Baetens) e Didier (Johan Heldenbergh).  Due che si sono innamorati al primo sguardo. Lei tatuatrice tatuata in ogni parte del corpo, donna sensibile e piena di entusiasmo. E lui, Didier, uno che ama l'America anche perché' la patria della sua musica bluegrass in cui coinvolgerà come cantante, anche Elise. La figlia arriva loro un po' per caso. In realtà Didier non la vuole, la vede come un ostacolo alla loro felicità, ma poi diventa un ottimo padre. Quando si ammala per Marybelle è vero calvario. Chemioterapia, capelli che cadono come le speranze della sua guarigione. La sua morte non sarà certo un fulmine a ciel sereno, ma non per questo meno dolorosa. 
 

Che questa tragedia cada come un terremoto sulle vite dei due amanti che si sono fatti 'sposare' dal loro gruppo musicale utilizzando come altare un biliardo, era prevedibile. Per loro nulla sarà come prima, tutto si sbriciola e anche il loro amore cede. In questo climax di sentimenti la vicenda ci trascina tra le passioni di due vite che inesorabilmente si troveranno a dividersi. L’unico sollievo di Didier sarà la musica mentre per Elise i tatuaggi continueranno a rappresentare il suo percorso fisico e spirituale. Alabama Monroe - Una storia d'amore ha ricevuto numerosi riconoscimenti ed è stato inoltre candidato all’Oscar come Miglior Film Straniero nel 2014, contrastando, pur non riuscendoci, il vincitore La Grande Bellezza di Sorrentino.