Il giovane favoloso, le curiosità sul film

Inserire immagine
Elio Germano è Giacomo Leopardi ne Il giovane favoloso

Lunedì 19 settembre alle 21.10 su Sky Cinema 1 HD va in onda in prima tv Il giovane favoloso, film di Mario Martone in cui Elio Germano interpreta il poeta Giacomo Leopardi. Nell'attesa, ecco alcuni aneddoti curiosi sulla pellicola

"Sempre caro mi fu quest'ermo colle...". Sia che ne abbiate amato le poesie, sia che lo abbiate odiato sui banchi di scuola perché ve lo facevano studiare a memoria, Giacomo Leopardi ha contribuito in una certa misura a ciò che siete oggi. Perché è uno dei capisaldi della cultura italiana. Perché c'è un po' di lui nel nostro modo di pensare. Per questo e per tanti altri motivi, tra i quali un Elio Germano in forma strepitosa, la prima tv de Il giovane favoloso di lunedì 19 settembre alle 21.10 è di quelle da non perdere. In attesa di vedere gli struggimenti del giovane Giacomo su schermo, ecco alcune curiosità sul film di Mario Martone.

 

Incetta di premi - Il giovane favoloso si è accaparrato un gran numero di premi. Tra questi: cinque David di Donatello (Miglior attore a Elio Germano, Migliore scenografia, Migliori costumi, Miglior trucco, Migliori acconciature), il Nastro Argento dell'anno, un Globo d'oro per il Miglior film, cinque Ciak d'oro, il Premio Pasinetti  e il Premio Vittorio Veneto sempre a Germano nel corso del Festival di Venezia.

 

Il collezionista - A proposito di premi, il David di Donatello per la sua interpretazione leopardiana è addirittura il terzo per il protagonista Elio Germano: gli altri due sono arrivati per Mio fratello è figlio unico nel 2007 e La nostra vita nel 2011.

 

Perdersi nell'Infinito - Secondo Ippolita Di Majo, sceneggiatrice del film assieme a Martone, per calarsi nella parte di Leopardi Elio Germano recitava a ripetizione L'infinito, forse la più celebre delle poesie leopardiane.

 

Doppiata - Nel cast figura, nei panni di Fanny Targioni Tozzetti, l'attrice e modella francese Anna Mouglalis. Che però è stata doppiata dall'italiana Viola Graziosi.

 

Sulle orme di Giacomo - Il film è stato girato per lo più a Recanati, dove Leopardi ha trascorso la sua gioventù, ma anche nei luoghi dei suoi viaggi, tra Napoli, Firenze e Roma.

 

Come nelle favole - A interpretare Teresa Fattorini, alias la celebre Silvia cantata da Leopardi, c'è la debuttante Gloria Ghergo, che è stata notata per caso dal regista Mario Martone mentre faceva la cameriera in un'osteria di Recanati.

 

Il benestare della famiglia - Il film ha ricevuto l'approvazione degli eredi di Giacomo Leopardi, tanto che Olimpia Vanni ha messo a disposizione le proprietà di famiglia per le riprese.

 

Cameo eccellente - Non finisce qui: il conte Vanni, padre di Olimpia ed erede di Leopardi, ha partecipato al film in un cameo come cocchiere.

 

Leopardi elettronico - In contrasto con i brani di Gioacchino Rossini utilizzati nel film, la colonna sonora de Il giovane favoloso è stata affidata a Sascha Ring, compositore di musica elettronica tedesco noto al pubblico come Apparat.