The Lobster, il futuro oscuro dei single

Inserire immagine
Esce nei nostri cinema il film, distribuito dalla Good Films "The Lobster", del regista greco Yorgos Lanthimos

Il regista greco Yorgos Lanthimos narra una storia d’amore ambientata in un futuro distopico, dove i single vengono arrestati e trasferiti nell’Hotel. Lì sono obbligati a trovarsi un partner entro 45 giorni. Se falliscono vengono trasformati in animali a loro scelta e liberati nei Boschi. Non perdere l'anteprima di qualche minuto del film. Appuntamento lunedì 12 ottobre alle 20.55 su Sky Cinema 1

Mai più single: o in coppia o trasformati in animali. Questa l'unica opzione nel futuro dispotico di The Lobster del regista greco Yorgos Lanthimos, film vincitore del Premio della Giuria all'ultimo festival di Cannes, in sala dal 15 ottobre distribuito da Good Films. Per l’occasione Sky Cinema Cult ci regala qualche minuto in anteprima del film. Appuntamento lunedì 12 ottobre alle 20.55 su Sky Cinema 1.
 

Tornando al film, il regista Lanthimos mette in scena il racconto, tra teatrini e metafora, della rigidità culturale dei rapporti di coppia e dell’impossibilità di vivere comunque: soli o in due.  Una sorta di mega campionario degli stereotipi del perché' si sceglie di essere soli o sposati o ci si ritrova ad esserlo. E tutto questo in una società che, come a proteggersi, ha invece irreggimentato la vita sociale della famiglia come l'unica possibile e vede nei single aria di anarchia. Un film pieno di satira amara, girato dal regista punta di diamante della new wave greca.
 

Siamo in un futuro non meglio identificato in cui ogni singola persona, secondo le regole della Città, può essere arrestata e trasferita nell'Hotel. Un arresto coatto perché' in questa particolare società ognuno è obbligato a trovare un compagno in 45 giorni. Se si fallisce, la pena è grave: si viene trasformati in animali a scelta e liberati nel Bosco. Un uomo disperato (Colin Farrell) scappa però dall'Hotel nel Bosco e raggiunge i Solitari nel luogo in cui vivono e qui s'innamora davvero per la prima volta di una donna (Rachel Weisz), anche se è contro le regole.
 

“he Lobster è una storia sull'amore, senza essere una convenzionale storia d'amore - ha spiegato a Cannes durante la presentazione del film Yorgos Lanthimos, regista di Alps -. Osserva i modi e le ragioni per cui certe persone finiscono assieme come coppia, mentre altre no. Si tratta di una storia sui terrificanti effetti della solitudine, della paura di morire da soli, della paura di vivere da soli e, soprattutto, della paura di vivere con qualcuno. Forzarsi nel farsi piacere qualcuno - continua il regista - è un tipo di sofferenza; provare a cercare qualcuno che ci piace davvero è un altro tipo di sofferenza. The Lobster cerca di scovare sinonimi dell'amore in parole come paura, norme, scadenze, abbinamento, sincronismo, innocenza, prosperità e bugie".   Nessuna voglia, però, da parte del regista di svelare la sua opinione sul tema: "Non volevo dare risposte, ma casomai porre domande". Per l’attrice Rachel Weizs  il film "è solo una grande storia romantica", mentre per Farrell "la sceneggiatura è la più commovente mai interpretata". Nel cast anche: Lea Seydoux, Olivia Colman, Ariane Labed e Angeliki Papoulia. <br><br>Guarda il trailer del film<br><br><iframe width="630" height="319" src="http://player.sky.it/external/cinema/50/254054" frameborder="0" allowfullscreen="true"></iframe>