Spectre, il record di super-car distrutte

Inserire immagine

24 milioni di sterline. A tanto ammonta la cifra spesa per acquistare (e distruggere) le auto nelle scene di azione del nuovo capitolo di James Bond. Tra queste, la più attesa è quella girata proprio a Roma con un inseguimento mozzafiato tra un’Aston Martin e una Jaguar. VIDEO

Su una produzione costata più di 200 milioni di sterline, più del 10% (24 milioni di sterline) è stato speso per le scene di auto: non solo per acquistare Aston Martin, Jaguar e altri veicoli speciali, ma anche per distruggerli in quelle che sono annunciate come le scene più attese di Spectre. Ecco il video in cui vediamo le super-car di James Bond in azione, tra cui 8 nuove Aston Martin, costruite su misura per le scene più estreme del film con tanto di protezioni speciali per gli autisti.



La rivelazione sui costi delle auto di Spectre è arrivata da Gary Powell, Chief Stunt Co-ordinator del prossimo film di James Bond, in un’intervista con il Daily Mail in cui ha spiegato che si è trattato di una cifra mai toccata per un franchise di 007: “Abbiamo raggiunto un nuovo record di auto distrutte in Spectre”, sottolineando come la scena più costosa in assoluto sia stata quella dell’inseguimento notturno tra le strade di Roma a 180 all’ora, culminata poi nell’affondamento di una Aston Martin nel Tevere: “Abbiamo girato un’intera notte per soli quattro secondi del film”, hanno spiegato i produttori, sottolineando come questa scena sia destinata a diventare una delle più iconiche della serie.





In realtà, dopo le prime riprese a Roma, la produzione di 007 è dovuta tornare nella capitale per alcuni problemi tecnici. E così, chi abitava nei pressi del set, ha potuto vedere le super-car di James Bond sfrecciare per ben due volte nella notte romana.