Fratelli coltelli: legami di sangue (versato)

Inserire immagine
Una scena del film The Pretty One, in onda sabato 3 ottobre su Sky Cinema Cult nell’ambito del ciclo Fratelli coltelli

Ogni sabato su Sky Cinema Cult in prima serata l’appuntamento con il ciclo Fratelli coltelli è imperdibile, soprattutto per chi non è figlio unico. Da Sogni e delitti a The Pretty One, preparatevi a protagonisti che sono sì fratelli e sorelle, ma tutt’altro che amorevoli...

Parenti serpenti, si sa.
Ma, come diceva Nino Manfredi in Brutti, sporchi e cattivi, il parente è come lo stivale: più è stretto, più fa male.
Ed è proprio questo che sta alla base del ciclo Fratelli coltelli, ogni sabato su Sky Cinema Cult in prima serata: storie di fratellanze e sorellanze in cui il legame di sangue non implica il non voler vedere il proprio fratellino (o sorellina che sia) nel sangue.
Senza arrivare a risvolti horror e crime, il ciclo propone titoli che hanno fatto la storia della cattiva parentela, divertendo con amarezza ma anche con tanta spassosa ilarità.

Si parte sabato 3 ottobre con le gelosie e gli scambi di identità tra le gemelle protagoniste di The Pretty One per poi passare sabato 10 ottobre al genio di Woody Allen in Sogni e delitti dove due fratelli con problemi finanziari decidono di accettare un lavoro sporco in cambio di un prestito, trasformando radicalmente le loro esistenze.

Sabato 17 ottobre è la bella Anne Hathaway che farà i conti con la sorella nel film Rachel sta per sposarsi. La Hathaway è una giovane ex modella tossicomane uscita dal centro di riabilitazione per partecipare al matrimonio della sorella, Rachel appunto.
Sabato 24 ottobre non perdete il penultimo appuntamento del ciclo: Non desiderare la donna d’altri della regista Susanne Bier che ci racconta con maestria di un soldato dato per morto in battaglia che invece torna a casa e scopre che il fratello ha preso il suo posto sia nel cuore (e nel letto) della moglie sia nel cuore dei suoi figli.

A chiudere il ciclo di Fratelli coltelli ci pensa Sergio Rubini che, nella duplice veste di regista e attore, ci racconta l’intensa storia familiare che fa da sfondo al film La terra.