Il mio amico Nanuk le avventure artiche di un bambino e di un orso

Inserire immagine
Una foto tratta dal film "il mio amico Nanuk"

Arriva su Sky Cinema 1, in prima visione, venerdì 18 settembre alle 21.10 la delicata storia d’amicizia e di coraggio del giovane Luke e del suo piccolo amico orso Nanuk

Il riscaldamento globale è da decenni uno dei problemi più pressanti che l’umanità si trova ad affrontare. L’evidenza e la gravità di questa situazione si riscontra nei cambiamenti climatici che provoca gravi ripercussioni su ogni tipo di ecosistema terrestre. Ma è nell’artico, dove si muovono gli orsi polari, che il problema appare molto più evidente. Infatti, gli orsi si spingono fino ai villaggi dell'Artico, avvicinandosi pericolosamente agli umani mettendo, quindi, a rischio la loro stessa vita. Tali informazioni sono fondamentali per comprendere il motivo dello svolgersi degli eventi che formano la sceneggiatura de Il Mio Amico Nanuk, produzione italo-canadese che andrà in onda in prima visione su Sky Cinema 1, venerdì 18 settembre alle 21.10. <br><br>La pellicola ha come protagonista Dakota Goyo, nel ruolo di Luke, un quattordicenne comune che disubbidisce alla propria mamma per la sua passione dell’hockey sul giacchio e ascolta musica ad alto volume nella sua cameretta. Il ragazzo incontra Nanuk, un orsetto di 4 mesi, la stessa sera che la madre orso viene catturata dai rangers della città di Devon, dove Luke vive, e trasportata in elicottero a nord. Luke decide, quindi, di aiutare il piccolo orso a tornare dalla mamma e inizia la sua avventura nell’Artico Canadese, aiutato da Muktuk (Goran Visnijc), una guida di origini Inuit che conosce bene la natura di quei posti. Tuttavia una tempesta e altri ostacoli separano il ragazzo e Nanuk da Muktuk. Ce la farà Luke a portare a termine la sua impresa? Nanuk riuscirà finalmente a ritrovare la mamma orso? E, ancora, cosa imparerà Luke da tutta questa avventura? <br><br>Le sequenze dedicate alla storia di Nanuk sono dirette da Roger Spottiswoode, mentre, per le sequenze documentaristiche abbiamo la regia di Brando Quilici. Presentato in anteprima allo scorso Festival internazionale del cinema di Roma, il film è tratto dal riadattamento del romanzo omonimo di Brando Quilici, famoso per aver lavorato per National Geographic e Discovery Channel. Nel cast, oltre ai già nominati Dakota Goyo e Goran Visnjic, figurano Bridget Moynahan, nella parte di Madison, la mamma del protagonista,  Kendra Leigh Timmins, la sorella di Luke, Linda Kash, nalla parte di zia Rita e, ancora, Russell Yuen, Racine Bebamikawe.