Spectre: Sarà Sam Smith a cantare la colonna sonora del nuovo James Bond

Inserire immagine
Spectre

Spectre al cinema arriva il 5 novembre, ma il suo tema musicale lo precede: si intitola Writing's on the wall e lo canta Sam Smith. Sarà acquistabile dal 25 settembre il nuovo brano che si legherà indissolubilmente a James Bond

Sam Smith interpreterà Writing’s On The Wall il tema principale della colonna sonora di Spectre, la 24ª avventura di James Bond nelle sale italiane dal 5 novembre 2015 distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. Lo hanno annunciato la Productions EON di Albert R. Broccoli, la Metro-Goldwyn-Mayer Studios e Sony Pictures Entertainment. Il brano, pubblicato dalla Capitol Records farà il suo debutto e sarà disponibile per l'acquisto e lo streaming dal 25 settembre. Sam Smith, l’artista inglese che ha conquistato diversi dischi di platino e quattro statuette nel corso della 57ma edizione dei Grammy Award, ha composto Writing’s On The Wall con Jimmy Napes, cantautore britannico anch’egli vincitore del Grammy Award.

"Questo è uno dei punti più alti della mia carriera –ha spiegato Sam Smith - e sono onorato di poter finalmente annunciare che canterò il prossimo tema di Bond. Sono entusiasta di entrare a far parte di questo iconico patrimonio britannico e di unirmi a un incredibile elenco composto da alcuni fra i musicisti che più mi hanno ispirato. Spero che a voi tutti la canzone piaccia tanto quanto io ho amato realizzarla".

"Sam e Jimmy hanno scritto una canzone molto ispirata per Spectre, e  grazie alla straordinaria performance vocale di Sam Writing’s On The Wall sarà senz’altro considerata una delle più grandi canzoni di Bond di tutti i tempi", hanno dichiarato i produttori di Spectre, Michael G. Wilson e Barbara Broccoli. I 23 precedenti temi dei film della saga dell’agente 007 restano fra le musiche da film più memorabili di tutti i tempi. La precedente Skyfall, cantata da Adele, è stata onorata con l'Oscar e il Golden Globe come Migliore Canzone Originale, il Brit Award per il singolo inglese dell'anno e il Grammy Award per la Migliore canzone scritta per un Visual Media.