Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate, le curiosità

Inserire immagine
Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate

Lunedì 7 settembre alle 21.10, su Sky Cinema 1 HD, Sky 3D e sul canale 304 dedicato interamente alle saghe tratte dai libri di Tolkien, va in onda in prima visione tv Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate. Ecco alcuni aneddoti curiosi sul film in attesa di scoprire cosa ci riserverà l'extended version prossimamente disponibile in Digital Download dal 21 Ottobre e nei formati Blu-Ray™, Blu-Ray 3D™ e DVD al 18 Novembre, distribuiti da Warner Bros. Entertainment Italia.

Lunedì 7 settembre le forze del Bene e del Male combatteranno su ben tre canali di Sky. Alle 21.10, in contemporanea su Sky Cinema 1 HD, Sky 3D e sul canale 304 dedicato interamente alle saghe tratte dai libri di Tolkien, va infatti in onda Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate, capitolo conclusivo della trilogia che ha per protagonista Bilbo Baggins. In attesa dell'epico evento, ecco alcune curiosità sul film.

 

 

Non c'è 2 senza 3 - In principio Lo Hobbit doveva dividersi in due film, con le riprese da effettuare in un'unica sessione. Nel 2012 Peter Jackson ha però annunciato che ci sarebbe stato un terzo film, che avrebbe in parte attinto al montato dei primi due. Per completare il capitolo conclusivo sono però state necessarie delle riprese aggiuntive.

 

Uno hobbit molto caro - Con i suoi 250mila dollari, La battaglia delle cinque armate è il film delle due trilogie dedicate alla Terra di mezzo con il budget più alto (ma ne è valsa la pena visto che nei box office mondiali ha rastrellato quasi un miliardo di dollari).

 

There and back again - In principio questo terzo capitolo de Lo Hobbit doveva intitolarsi There and Back Again (in italiano: Racconto di un ritorno), ma Peter Jackson ha poi preferito La battaglia delle cinque armate, perché come titolo si concentra di più sull'accadimento principale della pellicola.

 

Che battaglia! - Nel libro de Lo Hobbit, Tolkien descriveva la battaglia in un solo capitolo ed ex post, ovvero a fatti avvenuti. Nel film di Peter Jackson invece lo scontro occupa ben metà del film, il che gli ha dato modo di aggiungere numerosi dettagli non previsti dal romanzo.

 

Giovane papà - Benché nel film l'attore Lee Pace interpreti Thranduil, padre di Legolas, egli è in realtà tre anni più giovane del suo collega Orlando Bloom. 

 

A distanza - Sia Ian Holm che lo scomparso Christopher Lee hanno girato le rispettive sequenze a Londra invece che in Nuova Zelanda, a causa della loro salute precaria.

 

Tombola - Con questo film, Ian McKellen e Cate Blanchett sono riusciti a comparire in tutti i sei film diretti da Peter Jackson e tratti dai libri di Tolkien. 

 

Il ritorno di Pipino - La canzone sui titoli di coda, The Last Goodbye, è interpretata da un volto noto della saga dell'Anello: si tratta di Billy Boyd, attore e cantante che nella trilogia de Il Signore degli Anelli ha interpretato lo hobbit Pipino.

 

Niente flashback, per favore - La battaglia delle cinque armate è l'unico dei sei film dell'Anello a non cominciare con un flashback. 

 

Comparse - I genitori di Lee Pace sono venuti a trovare il figlio sul set durante le riprese, al che il regista Peter Jackson li ha arruolati come comparse. I due però sono stati tagliati dal montato finale.

 

Extended Version e lo Lo Hobbit Trilogy Extended Edition

Lo Hobbit: La Battaglia delle Cinque Armate” EXTENDED EDITION, contenente 20 minuti di scene inedite ed oltre nove ore di contenuti speciali, sarà disponibile in Digital Download dal 21 Ottobre e nei formati Blu-Ray™, Blu-Ray 3D™ e DVD dal 18 Novembre, distribuiti da Warner Bros. Entertainment Italia.

La collezione della saga de Lo Hobbit si completa con l’attesissimo cofanetto contenente l’intera trilogia in versione estesa: “Lo Hobbit Trilogy Extended Edition” arricchito da 58 minuti di scene inedite e oltre 27 ore di contenuti speciali, disponibile sempre dal 18 Novembre in Blu-ray, Blu-ray 3D e DVD