Mio figlio? Lo chiamo come Darth Vader

Inserire immagine

I personaggi delle grandi saghe cinematografiche penetrano nell’immaginario popolare e lasciano tracce ovunque. Anche nei nomi dati a bambini. Negli Stati Uniti c’è chi ha deciso di chiamare il proprio pargolo come il personaggio “cattivo” di Star Wars. Ma anche il Trono di Spade fa sentire la propria influenza. 

La grandi saghe cinematografiche e televisive possono penetrare in profondità nell'immaginario popolare. Così in profondità che c'è anche chi decide di legare a simili epopee i propri figli chiamandoli come i protagonisti di questi universi fantastici. L'ultima conferma di questa tendenza arriva dagli Stati Uniti d'America dove qualcuno pensa che anche un personaggio negativo come Darth Vader possa essere un punto di riferimento per scegliere il nome del proprio bambino. I dati dicono infatti che nel 2014 sono stati 218 i nuovi nati che in età adulta potranno firmarsi come Anakin, che non è altro che il nome originario di Darth Vader, colui che in Star Wars è stato sedotto da lato oscuro della forza e si è messo al servizio dell'Impero. 

 

Ghiaccio e fuoco - Nonostante le credenziali non proprio impeccabili del personaggio, Anakin ha fatto il suo ingresso l'anno scorso nella lista dei mille nomi più popolari degli Stati Uniti (era solo 1.234° nel 2013). Per quanto la scelta di un personaggio “negativo” suoni strana,  Darth Vader non è l'unico protagonista della saga creata da George Lucas a essere presente in classifica. Tra le femmine Leia si piazza al 509° posto con 605 neonate che condivideranno il nome con la principessa sorella di Luke Skywalker. Ma non è solo Star Wars  a ispirare i papà e le mamme contemporanei. Anche il Trono di Spade penetra sempre più nelle coscienze. Lo dimostra, per esempio, il fatto che nel 2014 368 bimbe siano state chiamate Khaleesi, uno dei soprannomi di Daenerys Targaryen, uno dei protagonisti della saga inventata da George R Martin (755° nome in classifica). Ancora di più, 1.544 in tutto, sono state chiamate Arya, altra beniamina dei fan della saga fantasy. 

 

Niente di nuovo – Meno attraenti, da questo punto di vista, appaiono i  protagonisti maschili del Trono di Spade. Per trovare qualche neonato battezzato con qualche personaggio dotato di cromosoma Y bisogna andare nel Regno Unito dove 18 bambini sono stati chiamati Theon e 17 Tyrion. Non tantissimi, certo, ma pur sempre una piccola testimonianza di quanto queste figure possano essere amate dagli spettatori. Star Wars o Trono di Spade, che alcuni genitori scelgano di denominare i propri figli come noti personaggi di universi fittizi non deve stupire. Dopo tutto per secoli bambini e bambine sono stati battezzati Achille, Ettore, Elena, Enea sulla base di opere letterarie o mitologie classiche. Cambiano i tempi, cambiano i riferimenti ma il desiderio di dare alla propria discendenza un modello in un personaggio inventato e nelle cui qualità ci si identifica restano più o meno le stesse.