Il magico mondo di Oz: la favola continua

Inserire immagine
Un'immagine tratta dal film d'animazione "Il magico mondo di Oz"

La celeberrima storia con protagonisti Dorothy, lo Spaventapasseri e l'Uomo di Latta torna in una inedita versione su celluloide. In prima tv, su Sky Cinema 1, sabato 29 agosto alle 21.10

E' stata immediata l'alchimia fra i personaggi imperfetti e sognatori de Il mago di Oz, creati nel 1900 dalla penna di L. Frank Baum, e il grande schermo. Dopo il debutto nel 1908 in un mix fra teatro e cinema, e varie produzioni tra gli anni '10 e i primi anni '30, è stata la versione del 1939 diretta da Victor Fleming e interpretata da Judi Garland a renderli vere icone. Da allora hanno continuato a ispirare decine fra film per il cinema e la tv, serie animate e non, adattamenti teatrali e videogame. <br><br>Ora la piccola Dorothy e i suoi amici sbarcano su Sky Cinema 1, venerdì 28 agosto, in prima visione, alle 21.10 con una nuova avventura in Cg Animation. Si tratta de Il magico mondo di Oz di Will Finn e Dan St. Pierre. Nella storia tratta da Dorothy of Oz, uno dei romanzi di Roger Stanton Baum, pronipote di L. Frank Baum, ritroviamo Dorothy in un look più moderno (ma non troppo), che insieme all'inseparabile cagnolino Toto, viene prelevata dal Kansas, appena colpito da un tornado e riportata ad Oz. Il viaggio lo fa sull'arcobalemobile che le hanno inviato il Leone, ormai indomito, lo Spaventapasseri sempre più brillante e L'uomo di latta, diventato iperemotivo. I suoi vecchi amici hanno infatti bisogno dell'aiuto per la bambina per fermare il Giullare, fratello delle defunte e malvagie Streghe dell'est e dell'ovest, intenzionato a diventare nuovo 'padrone' del mondo fantastico, trasformando in marionette tutti i suoi avversari, fra i quali Glinda, la strega buona del sud. Ripercorrendo la strada di mattoni gialli, Dorothy, insieme a nuovi compagni di viaggio, fra i quali il “dolce” Maresciallo Mallow, il paffuto gufo Socrate e la Principessa di porcellana, deve affrontare un pericolo dopo l'altro per liberare Oz. <br><br> ''Il nostro film - ha spiegato Daniel St. Pierre nelle note di produzione - continua ad essere una storia sull'amicizia  la lealtà, la speranza, la tenacia, la determinazione e l'importanza di quello che per noi è "casa'''. Realizzato  da una produzione indipendente, la Summertime Entertainment, con un budget di 70 milioni di dollari raccolto in gran parte tra centinaia di investitori privati, Il magico mondo di Oz ha avuto, tuttavia, negli Stati Uniti un percorso accidentato. Infatti, pur con un cast di voci di tutto riguardo (fra gli altri Lea Michele, Martin Short, Jim Belushi, Dan Aykroyd, Patrick Stewart, Bernadette Peters, Kelsey Grammer) non è riuscito ad avere un grosso successo al botteghino internazionale. <br><br>Infine, due curiosità: la prima è che c'era già stato un sequel cinematografico animato de Il mago di Oz nel 1972, Ritorno a Oz di Hal Sutherland, nel quale Liza Minnelli, rendendo omaggio alla madre Judi Garland, aveva dato voce a Dorothy. La seconda è che c'è la voce italiana per le canzoni della protagonista (scritte fra gli altri da Bryan Adams) è la 19enne Violetta Zironi, finalista dell'ultima edizione di X Factor.