Emile Hirsch condannato a 15 giorni di carcere per aggressione

Inserire immagine

L'attore americano, protagonista di Into the Wild, aveva  aggredito una dirigente della Paramount

Dovrà passare 15 giorni in carcere, pagare una multa di quasi 5.000 dollari e svolgere 50 ore di servizi sociali  in una comunità. E' stato dichiarato colpevole di reato Emile Hirsch,  l'attore americano protagonista di Into the Wild, che lo scorso  gennaio aveva aggredito Daniele Bernfeld, una dirigente della casa  cinematografica Paramount durante il Sundance Film Festival. A  riportare la notizia è il sito del Los Angeles Times. <br><br>L'attore californiano, 30 anni, scelto anche da Sergio Castellitto per il film del 2012 Venuto al mondo, tratto dall'omonimo romanzo di sua moglie Margaret Mazzantini, era stato accusato di aggressione  aggravata a febbraio, in seguito alle accuse di Bernfeld di averla  quasi strangolata e sbattuta violentemente a terra. <br><br> Hirsch, che rischiava di trascorrere i prossimi cinque anni in  carcere, si è presentato ieri nel tribunale di Park City, nello Utah,  e sembra aver raggiunto un accordo con i pubblici ministeri, dopo  essersi scusato con la produttrice, ammettendo che quella sera aveva  assunto farmaci e alcol, e che non ci sono giustificazioni per il suo  comportamento. Bernfeld, per contro, ha espresso il suo disappunto,  affermando che si aspettava una pena più severa per l'attore.